Quantcast

D’Ippolito chiede a Sacal di risolvere il problema della carenza di personale a terra che coinvolge molti scali

Problemi in diversi scali europei segnalati da Easyjet, Eurowings, Lufthansa, British Airways

Più informazioni su

«Sacal risolva subito il problema dei ripetuti disservizi a danno di disabili o anziani nell’aeroporto di Lamezia Terme. Sono categorie che hanno il diritto a un’assistenza speciale. Nessuno dimentichi che si tratta di persone che camminano con difficoltà o non sono in grado di farlo per via delle loro condizioni». Lo afferma, in una nota, il deputato lametino Giuseppe d’Ippolito, secondo il quale «non è pensabile né accettabile che nel 2022 possano ancora esserci questi umilianti disagi, che peraltro hanno già causato ritardi rispetto ai voli in partenza dall’aeroporto di Lamezia Terme e in arrivo nello stesso scalo».

«Mi auguro – conclude D’Ippolito – che i vertici della società Sacal ricordino tutti i doveri relativi al servizio pubblico che essa ha in gestione, tra cui rientra quello, con il personale qualificato già disponibile, di assistere i pazienti più fragili perché possano raggiungere il loro posto sull’aereo o dal velivolo la stazione aeroportuale».

Il problema si rivela essere però di livello nazionale, come spiega la compagnia Easyjet che ha annunciato ieri una riduzione dei voli per tutta l’estate poiché «in tutta Europa l’industria aeronautica sta sperimentando problemi operativi con cause simili a quelli provocati alle catene di fornitura dopo il Covid» con «ritardi nel controllo del traffico aereo e la carenza di personale nell’assistenza a terra e negli aeroporti, con conseguente aumento dei tempi di consegna degli aeromobili e delle partenze ritardate e con effetti a catena sulla cancellazione dei voli». Linea simile è stata manifestata anche da altre compagnie come Eurowings, Lufthansa, British Airways cui si aggiungono le giornate di scioperi che coinvolgerebbero dipendenti di vari vettori.

Più informazioni su