Quantcast

Rischio declassamento da struttura complessa a semplice per la medicina interna dell’ospedale di Soveria Mannelli

Si preoccupa di un potenziale effetto domino il comitato Pro Ospedale del Reventino

Più informazioni su


    Si preoccupa di un potenziale effetto domino il comitato Pro Ospedale del Reventino, temendo un declassamento da struttura complessa a struttura semplice del reparto di medicina interna del nosocomio di Soveria Mannelli, «quindi non avere un “primario” o meglio un dirigente medico, la cui carica per trasposizione verrebbe “accentrata” nelle mani di Gerardo Mancuso, dirigente della medicina dell’Asp, già DG dell’Asp, con il quale abbiamo in passato avuto incontri non del tutto edificanti». 
    Si punta il dito contro il responsabile sanitario, Carmine Dell’Isola, ammettendo che «stiamo cercando di capire cosa comporterà l’eventualità di una “struttura semplice” nell’intero organigramma dell’ospedale. Se questa inficierá o meno i servizi che sono di apporto/supporto della medicina. A conto fatti siamo in un cerchio dantesco che urge comprendere nel migliore dei modi. Stiamo per il momento alla finestra per capire se quanto fin qui scritto corrisponda alle intenzioni fin qui supposte. Poi non resta che fare il punto e se necessario chiamare a supporto la popolazione. Il vento spira da Germaneto ed investe l’ospedale di Lamezia, che sta diventando la classica “anatra zoppa” per via dei decurtamenti in essere. Le conseguenze rischiamo di subirle noi, soprattutto grazie alle solite logiche dell’effetto domino».
     

    Più informazioni su