Vaccino influenza, per l’ordine farmacisti Catanzaro in Calabria ne serve il doppio

"Le dosi acquistate già destinate alle categorie protette ed i sintomi uguali al COVID19 rischiano di congestionare studi medici e pronto soccorso"

Più informazioni su

    “Alle soglie di un autunno – scrive il presidente dell’Ordine dei farmacisti di Catanzaro Vitaliano Corapi. che si insedierà ufficialmente tra sole due settimane, oltre all’emergenza pandemica si profila un altro motivo di seria preoccupazione. Poiché i sintomi influenzali coincidono con alcuni del Covid-19, è aumentato sensibilmente il numero di vaccini stagionali destinati alle categorie a rischio”

    “La conseguenza che si delinea – prosegue la nota di Corapi – è che sarà fatalmente molto alto il numero di persone destinate a rimanere prive del vaccino 2020-2021. L’allarme, lanciato dalla FOFI (Federazione Ordini dei Farmacisti Italiani) attraverso il suo presidente nazionale on. Andrea Mandelli, è stato ripreso nelle ultime ore dall’Ordine dei Farmacisti di Catanzaro. Il presidente dott. Vitaliano Corapi, infatti, sottopone all’attenzione generale i numeri della tabella stilata dalla FOFI . “Decine di migliaia di calabresi rischiano di rimanere senza copertura vaccinale.L’indice medio del fabbisogno italiano aumenta nel 2020 del 42,46% rispetto all’anno precedente. In Calabria la richiesta è addirittura del 93.44 % in più, quasi il doppio del 2019. Le case produttrici non sembrano pronte per soddisfare l’aumento di produzione che a livello nazionale sfiora i due milioni di vaccini”.

    Questa inoltre- appare l’occasione giusta per adeguare un Regio Decreto risalente agli anni ’30 e consentire così di inoculare il vaccino influenzale (gratuito per le categorie a rischio) direttamente nella farmacia di fiducia. E pensare che secondo l’ Aifa, l’Agenzia italiana del farmaco, quest’anno sarebbe il caso di anticipare le vaccinazioni già ai primi giorni di ottobre”.

    Più informazioni su