Quantcast

Il balletto dei positivi lametini: al Comune comunicati 35, l’Asp potrebbe ufficializzarne il doppio. Rientra il caso a Martirano

Oltre ad avere domicilio nella stessa strada, il Comune e l'ospedale di Lamezia Terme condividono i problemi di comunicazione

Più informazioni su

Oltre ad avere domicilio nella stessa strada, via Perugini, il Comune e l’ospedale di Lamezia Terme hanno altre cose in comune: la mancanza di personale e i problemi nell’ambito della comunicazione istituzionale, ambiti che per altro si intrecciano ora che si è in una pandemia globale ed avere informazioni univoche e trasparenti sarebbe utile per tutti.

Rimanendo solo agli atti amministrativi alle 11.30 sull’albo pretorio lametino viene confermata una nuova positività da parte di una donna in isolamento domiciliare, con 6 ordinanze per 11 persone in quarantena precauzionale essendo stati individuate come contatti.

«Al momento, dalle comunicazioni ufficiali ricevute dal Comune, in Città si hanno, quindi, 35 attualmente positivi, di cui 2 ricoveri e 33 isolamenti domiciliari», spiega dalla propria pagina Facebook il sindaco Paolo Mascaro, entrando poi anche nell’altro aspetto di giornata: «si prende atto dei diversi numeri indicati da organi di stampa ma si ribadisce che il Comune comunica ed aggiorna unicamente i dati ufficialmente provenienti, sia in termini di positività che di guarigioni, dall’ASP».

Se infatti ieri il bollettino del primo cittadino è divenuto un “work in progress” nell’arco della giornata, mentre in precedenza si aggiornava il dato solo in serata ad uffici chiusi, specificando che «il presente post verrà aggiornato nella giornata odierna in tempo reale anche più volte non appena perverranno le comunicazioni ufficiali da parte dell’ASP», oggi fonti interne all’Asp fornivano a LaC dati diversi intorno alle 75 unità, ovvero oltre il doppio di quelli comunali ed in totale un terzo di quelli comunicati nel bollettino regionale aggiornato a ieri.

Servirebbe così un dato univoco e chiaro, ma l’Asp per circa un anno è stata senza un ufficio stampa attivo per via una riorganizzazione interna (proprio oggi il ritorno di una nuova mail dagli account ufficiali), mentre il Comune si autogestice in tale senso da diverse amministrazioni comunali dato il blocco delle assunzioni (e dal 2014 anche dell’impossibilità di avere uno staff del sindaco ufficiale, per via del piano di riequilibrio).

La stessa azienda sanitaria provinciale ha smesso di pubblicare i bollettini sul proprio sito internet ad aprile, esperimento durato per altro solo per un breve periodo, né nelle comunicazioni inviate al Comune si ha contezza di quanti tamponi siano stati processati e quanti ancora in attesa di riscontro, con gli stessi esami che possono essere tenuti a Lamezia Terme o a Catanzaro a seconda dell’orario di arrivo.

Tutto va nelle comunicazioni generali del bollettino regionale, con i dati di ogni singola azienda sanitaria che vengono inviati in Regione entro mezzogiorno di ogni giorno.

Rientra intanto il caso di coronavirus a Martirano settimana scorsa: l’esame sul tampone di controllo effettuato sul cittadino è risultato negativo così come quelli effettuati sui suoi familiari.

Più informazioni su