Quantcast

Stop al vaccino Astrazeneca, l’Asp di Catanzaro blocca 5.000 dosi

Per Caparello "attualmente non siamo in condizioni di fornire ai medici di base tutte le dosi richieste, ma solo il 40%"

Più informazioni su

    Immediatamente interrotta la somministrazione in corso, quasi 5.000 dosi di vaccino Astrazeneca restano bloccate nella farmacia dell’Asp di Catanzaro dopo che l’Aifa ha deciso di sospendere in via precauzionale la somministrazione del siero sviluppato in collaborazione con l’Università di Oxford, sotto osservazione per le reazioni avverse.

    Generico marzo 2021

    La notizia è caduta come un fulmine nel bel mezzo della riunione convocata a Palazzo di Vetro tra i responsabili dell’Asp, tra cui il direttore sanitario Francesco Marchitelli, il presidente della Provincia Sergio Abramo e i sindaci di diversi comuni del Catanzarese, per fornire chiarimenti sulle procedure di vaccinazioni dei pazienti fragili e dei cittadini ultra-ottantenni con il coinvolgimento dei medici di medicina generale.

    “Con la prossima fornitura di vaccini contiamo di raggiungere tutti i comuni di competenza dell’azienda”, ha spiegato il responsabile del servizio di Prevenzione dell’Asp Francesco Lucia, illustrando ai sindaci il percorso organizzativo concertato con le organizzazioni rappresentative dei medici di medicina generale, e dando indicazioni ai sindaci, “che sono parte attiva del processo vaccinale”, per essere di supporto ai medici di base del territorio, soprattutto attraverso la realizzazione di punti vaccinali.

    “In questo modo – ha spiegato il direttore del Dipartimento di Prevenzione Giuseppe Caparello – riusciremo con l’aiuto dei sindaci a mettere tutti i medici di base in condizione di somministrare il vaccino ai propri assistiti”.

    I ritardi sono legati soprattutto alla disponibilità del vaccino: “L’approvvigionamento è rallentato parecchio – ha spiegato Caparello – e attualmente non siamo in condizioni di fornire ai medici di base tutte le dosi richieste, ma solo il 40%”.

    Secondo l’Asp la somministrazione del vaccino è a regime, con quasi 1000 persone al giorno vaccinate in provincia. Complessivamente sono oltre 17.000 le persone vaccinate dall’Asp, e 5.000 di queste hanno già ricevuto la seconda dose. Sono 2.243 le persone che hanno ricevuto la prima dose del vaccino Astrazeneca, e dopo la sospensione decisa dall’Aifa si attendono indicazioni sulla seconda somministrazione, che comunque non riguarda la fascia degli ultraottantenni.

    Intanto si attende a breve l’attivazione della piattaforma informatica per la prenotazione del vaccino, che consentirà di rendere più efficiente la programmazione delle somministrazioni.

    Più informazioni su