Quantcast

L’Inail cerca strutture pubbliche o private per prestazioni riabilitative multi-assiali post Covid – 19

Le prestazioni prioritarie devono essere garantite nell'arco di 18 mesi, con apposito personale specialistico anche in consulenza

Più informazioni su

Emanato dall’Inail calabrese un avviso pubblico per l’acquisizione entro il 26 aprile di manifestazioni di interesse da parte di strutture dei servizi pubblici e privati, anche termali, a erogare prestazioni riabilitative multi-assiali post Covid – 19.

Nelle premesse del testo si sottolinea come per via del Covid-19 «i pazienti possono presentare con elevata frequenza anche linfopenia e alterazioni della coagulazione. A tali manifestazioni cliniche possono associarsi sequele a carico degli altri organi e apparati con interessamento cardiovascolare, sindromi coronariche acute, cardiomiopatia, cuore polmonare acuto, aritmie e shock cardiogeno, nonché complicanze trombotiche. Possono emergere segni di danno renale, segni di danno epatobiliare e sintomi gastrointestinali nonché complicanze neurologiche quali, cefalea, vertigini, mialgia e/o affaticamento, anoressia, anosmia e ageusia. Le forme più gravi di Covid-19 possono anche presentare come sintomatologia di esordio ictus acuto e confusione o alterazione della coscienza. In alcuni pazienti è stata anche segnalata polineuropatia demielinizzante infiammatoria acuta (sindrome di Guillain-Barré). Inoltre, sono stati descritti meningoencefalite, sindrome da encefalopatia emorragica ed encefalopatia necrotizzante acuta. Sono state, infine, riportate manifestazioni oculari, quali congestione congiuntivale, congiuntivite e alterazioni della retina».

Le prestazioni prioritarie che devono essere garantite nell’arco di 18 mesi, con apposito personale specialistico anche in consulenza, sono:

  • riabilitazione respiratoria basata sull’esercizio terapeutico finalizzato al training della muscolatura respiratoria e accessoria, su tecniche di clearance bronchiale e igiene delle vie aeree e sulla gestione dell’ossigenoterapia;
  • riabilitazione cardiologica basata sull’esercizio di tipo aerobico, mediante utilizzo di ergometri a frequenza e intensità diverse;
  • riabilitazione motoria basata su esercizi di miglioramento della forza muscolare e miglioramento dell’endurance e della performance motoria globale e sul graduale recupero/adattamento delle attività di vita quotidiana, anche mediante idrochinesiterapia assistita;
  • riabilitazione neuropsicologica con tecniche cognitivo-comportamentali tese al miglioramento delle funzioni superiori;
  • valutazione, supporto ed integrazione nutrizionale.

L’Inail, verificata la regolarità dell’erogazione delle prestazioni, corrisponderà alle strutture convenzionate le seguenti tariffe uniche omnicomprensive:

  • 250 euro per ogni giorno di ricovero ordinario e 200 euro per ogni giornata di day hospital fino a 40 giorni
  • 150 euro per ogni giorno di ricovero ordinario e 120 euro per ogni giornata di day hospital oltre 40 giorni.

Le predette tariffe uniche giornaliere sono incrementate del 30% nel caso in cui le prestazioni riabilitative vengano erogate attraverso l’utilizzo di specifici dispositivi ad alta tecnologia.

Più informazioni su