Quantcast

Coronavirus Calabria, Rt a 0.74. Si resta in zona gialla, per la bianca si dovrà attendere almeno un mese

Decresce anche la pressione ospedaliera anche se i ricoveri nei reparti ordinari sono al 36% il dato peggiore tra le regioni italiane

Più informazioni su

    Torna a scendere l’Rt, indice di contagiosità Covid 19, in Calabria secondo gli ultimi dati del monitoraggio Ministero della Salute e Iss comunicati questo pomeriggio.

    Dopo avere raggiunto lo 0.94 la scorsa settimana l’indice è ora a 0.74 (range 0.67 – 0.82). Il rischio, secondo l’ultimo report, è sceso da moderato a basso è questo più di altri è un dato che fa ben sperare in prospettiva.

    Come noto il nuovo sistema di monitoraggio dell’epidemia che già affianca quello attuale e che lo sostituirà dal 16 giugno misurerà il rischio in maniera differente rispetto agli ultimi mesi,  dando maggiore rilevanza al dato della pressione ospedaliera. Da questo punto di vista nella nostra regione segnali incoraggianti ma non ancora cessato allarme.

    La percentuale di occupazione è al momento di poco inferiore al 20% per i reparti di terapia intensiva ma è ancora del 36%, il più alto d’Italia, per ciò che concerne i reparti ordinari. La diminuzione comunque sembra consolidata e costante.

    Buone nuove anche dall’incidenza che oggi è di poco superiore ai 70 casi settimanali ogni 100.000 abitanti. Affinché il ministro Roberto Speranza inserisca la nostra regione nella cosiddetta zona bianca (stop di fatto a gran parte delle restrizioni comunque obbligo di mascherina e distanziamento) tale incidenza dovrà essere inferiore per tre settimane consecutive ai 50 casi. Insomma se ne parlerà non prima di un mese nella migliore delle ipotesi.

    Intanto la Calabria resterà anche per la prossima settimana in zona gialla, come tutto il resto d’Italia. Anche la Valle d’Aosta, dopo gli ultimi dati che a livello nazionale segnano una decrescita dell’Rt a 0.78 da 0.86, non sarà più arancione da lunedì.

    Più informazioni su