Quantcast

Domani primo appuntamento di “Angsa: facciamo merenda insieme”

Alle 16 nello spazio all’aperto de “La Capannina” del residence “La Marinella”

Più informazioni su

Un momento di socializzazione per ragazzi, famiglie e tutta la comunità si svolgerà domani alle 16 nello spazio all’aperto de “La Capannina” del residence “La Marinella”, promosso dalla sezione lametina dell’Associazione Nazionale Genitori Persone con Autismo (ANGSA).

La finalità del primo appuntamento di “Angsa: facciamo merenda insieme” vuole essere quella di creare uno spazio di arricchimento e scambio reciproco per i ragazzi, un’occasione per fare amicizia, per promuovere, attraverso il gioco e lo stare insieme, una cultura dell’inclusione sociale che porti i ragazzi sin da giovanissimi a guardare all’altro non con il segno del suo limite e della sua disabilità, ma nelle peculiarità e nella ricchezza che ogni persona può dare agli altri e alla comunità.

Il programma di domani pomeriggio, oltre alla merenda, prevede momenti di intrattenimento e attività ludico-ricreative. Un gioco di squadra che ha visto mettersi in rete, insieme alle circa 30 famiglie della sezione lametina di Angsa, il consorzio “La Marinella” guidato dal presidente Armando Zolli, lo staff del Consorzio, il lido “Il Santo Ammare”, le mamme della Marinella che prepareranno le merende per i ragazzi e allestiranno lo spazio all’interno della pineta, l’associazione “Fronte Donna” che ha contributo all’iniziativa. A tutti i soggetti che collaboreranno all’organizzazione e allo svolgimento dell’iniziativa, va il ringraziamento di Angsa Lamezia.

Una sinergia che consentirà ai ragazzi di trascorrere un pomeriggio all’insegna dell’inclusione e del divertimento, momento di un percorso che Angsa promuove attraverso diverse iniziative durante tutto l’anno. Negli ultimi mesi, dopo lo stop forzato dovuto all’emergenza sanitaria, Angsa Lamezia ha partecipato come partner al progetto “Coltiviamo il sociale”, percorso che proseguirà fino ad ottobre, per dare la possibilità ai ragazzi di avvicinarsi e di conoscere il mondo della natura, dalle piante agli animali, a contatto diretto con l’ambiente.

Più informazioni su