Quantcast

Installati due nuovi defibrillatori pubblici a Lamezia come punto di partenza per una campagna di cardioprotezione foto

Il 20 novembre è in programma un altro corso di formazione tenuto da istruttori accreditati “Ilcor” dell’agenzia “Salvamento”

Più informazioni su

Da questa mattina la città di Lamezia Terme ha due nuove postazioni pubbliche con defibrillatori semiautomatici, dopo la prima installata a giugno scorso in via Colonnello Cassoli. Le due nuove postazioni PAD sono state collocate rispettivamente in Piazza Italia e in Piazza Cinque Dicembre.

All’inaugurazione dei nuovi presidi, hanno partecipato i rappresenti del gruppo “Calabria Cardioprotetta”, nato sulla scia della campagna per la diffusione della cultura della cardioprotezione lanciata dall’associazione “Cuore Campania” che ha promosso a giugno scorso a Lamezia il corso per operatori Bls-d con i dottori Giuseppe Colangelo e Cornelio Scialdone; i rappresentanti delle imprese e associazioni che hanno collaborato alla raccolta fondi per l’acquisto e installazione dei due defibrillatori, il deputato Domenico Furgiuele, il sindaco Paolo Mascaro insieme al vicesindaco Antonello Bevilacqua e all’assessore Luisa Vaccaro.

I parroci della parrocchie di S. Giovanni Battista e S. Francesco di Paola, padre Giuseppe Martinelli e padre Giovanni Sposato, hanno sottolineato il valore umano e cristiano di un’iniziativa che si pone a servizio del bene più grande, quello della vita. Sono intervenuti Rosario Cortese presidente dell’associazione “Lucky Friends” e Fortunato Lopapa segretario di Fisascat Cisl Calabria.

“L’installazione di due nuove postazioni pubbliche è solo il punto di partenza – hanno sottolineato i rappresentanti del gruppo “Calabria Cardioprotetta – Vogliamo partire da qui per promuovere una cultura della cardioprotezione, attraverso la diffusione di pratiche che possono salvare la vita delle persone. Dopo il primo corso realizzato a giugno scorso, che ha formato oltre 30 operatori di primo soccorso Bls-d residenti a Lamezia, il 20 novembre è in programma un altro corso di formazione tenuto da istruttori accreditati “Ilcor” dell’agenzia “Salvamento”, che fanno riferimento al Centro Regionale Soccorso Calabria. Proseguiremo con una campagna di sensibilizzazione nel mondo delle imprese, delle società sportive, attivandoci per nuove installazioni in altri punti del territorio, come il lungomare Falcone-Borsellino e il parco “Peppino Impastato”: un’azione di “defibrillazione delle coscienze” che porti ciascuno di noi ad essere consapevole del ruolo decisivo della prevenzione per salvaguardare la salute e la vita di tutta la comunità”.

Particolarmente toccante la testimonianza di Gianni De Fazio che a febbraio 2019, insieme ad Angelo Torcasio, ha soccorso Giuseppe Paradiso, accasciatosi a terra al termine di una partita di calcio: le manovre di rianimazione cardiorespiratoria e la disponibilità di un defibrillatore all’interno della struttura sportiva si sono rivelate fondamentali per salvare la vita al giovane.

Hanno espresso incoraggiamento al progetto Domenico Furgiuele e il sindaco Paolo Mascaro, sottolineando l’importanza dell’associazionismo nel promuovere la cultura della prevenzione e, parallelamente, la necessità di rafforzare la sanità territoriale.

Tanti i cittadini lametini che in questi mesi hanno contributo, attraverso la lotteria solidale promossa da “Calabria Cardioprotetta”, alla raccolta fondi per l’acquisto e all’installazione dei due defibrillatori da oggi a disposizione di tutta la comunità. Tra questi, gli imprenditori Nuccio Sirianni, Francesco e Giovanni Mancuso, le associazioni di volontariato “Lucky Friends” e Avo Lamezia Terme

Più informazioni su