Quantcast

Diverse classi sono in attesa, da circa una settimana, della somministrazione del tampone T0

Incontro in Comune con Asp e dirigenti scolastici per fare il punto sui protocolli Covid ad oggi non rispettati

Più informazioni su

Anche alla luce del rialzarsi della curva dei contagi in città oggi nella Sala Napolitano del Comune di Lamezia Terme, a seguito di formale convocazione da parte del Sindaco Paolo Mascaro, si sono riuniti i Dirigenti degli Istituti scolastici lametini, che ne avevano fatto espressa richiesta, per discutere sulle disposizioni contenute nella nota tecnica ministeriale prot. n. 50078 del 03.11.2021, al fine di risolvere tutte le problematiche emerse a seguito della recrudescenza dei casi di Covid-19 sia tra gli alunni sia tra il personale docente e non docente.

Alla riunione hanno partecipato anche i rappresentanti del personale medico della ASP di Catanzaro nella persona di Gilda Longo e Rosamaria Montesanti, nonché il Vice Sindaco e assessore alla Sanità Antonello Bevilacqua, l’assessore alla Pubblica Istruzione Giorgia Gargano ed il Presidente del Consiglio Comunale, Giancarlo Nicotera.

Tra le diverse problematiche emerse, in particolare, i Dirigenti hanno sollecitato i rappresentanti dell’ASP a fornire le “indicazioni standardizzate” previste dal protocollo citato non appena si presenti all’interno di un Istituto scolastico un possibile caso di Covid 19.

A dire dei Dirigenti l’assenza di tali precise disposizioni determina il rallentamento della sorveglianza con testing e quarantena dei presunti contatti stretti delle persone risultate positive al Covid all’interno delle istituzioni scolastiche. Diverse classi sono in attesa, da circa una settimana, della somministrazione del tampone T0 (tempo zero) che andrebbe effettuato nell’immediatezza, come da protocolli ministeriali. Quanto sopra determina l’impossibilità degli alunni a rientrare nella comunità scolastica, con conseguente grave lesione del diritto allo studio.

Per i suddetti motivi, i Dirigenti Scolastici chiedono all’ASP di porre immediato rimedio a tale situazione procedendo come segue:

  • Principalmente si richiede il ripristino immediato all’interno degli Istituti scolastici della figura degli infermieri scolastici, in precedenza assunti ad hoc al fine di gestire la situazione sanitaria in corso all’interno delle scuole;
  • In via subordinata, qualora non fosse possibile disporre quanto previsto al punto 1, si chiede la veloce costituzione sul territorio di appositi punti di effettuazione dei tamponi T0 all’immediato sospetto di casi di Covid 19;
  • La fornitura di un quantitativo adeguato di tamponi necessari ad effettuare la sorveglianza con testing;

Il sindaco Paolo Mascaro ha inoltre messo in rilievo come sia prioritario standardizzare le operazioni di comunicazione tra le istituzioni in base ai protocolli ministeriali, che in parte vengono ancora disattesi.

Più informazioni su