Quantcast

Celebrata “La Befana della Biodiversità” all’ingresso esterno del Giovanni Paolo II foto

Doni e materiale informativo/educativo per dare continuità alle attività di divulgazione della cultura della sostenibilità ambientale

Più informazioni su

Anche quest’anno i Carabinieri della Biodiversità di Catanzaro ed il Gruppo Carabinieri di Lamezia Terme hanno celebrato “La Befana della Biodiversità”, un evento di educazione ambientale e solidarietà organizzato a favore dei piccoli degenti del reparto di pediatria dell’Ospedale Giovanni Paolo II di Lamezia Terme diretto da Mimma Caloiero.

Anche nel 2022, come negli ultimi anni pandemici, il Comandante dei Carabinieri Biodiversità Colonnello Nicola Cucci ed il Direttore sanitario del Presidio Ospedaliero di Lamezia Terme Antonio Gallucci hanno dovuto organizzare il momento di consegna dei doni all’aperto, all’ingresso del nosocomio, per rispettare le norme anti Covid.

Con in sottofondo un accompagnamento musicale, allestito un piccolo stand dove i militari ed il personale civile del Reparto hanno consegnato i doni ed il materiale informativo/educativo per dare continuità alle attività di divulgazione della cultura della sostenibilità ambientale, della convivenza civile e del rispetto dell’ambiente promuovendo la conoscenza e l’amore per la natura e la biodiversità.

Inoltre, in una area verde dell’Ospedale, è stata messa a dimora una pianta di Orniello (Faxinus ornus L.), offerta dai carabinieri quale primo passo per la creazione di un “giardino della salute” che potrà offrire ai degenti dell’Ospedale ed ai loro familiari una area verde dove potersi incontrare a contatto con la natura.

Nei mesi futuri altre piante verranno donate e messe a dimora per dar vita, anche presso l’Ospedale di Lamezia Terme, ad una area verde da ricomprendere nel Progetto nazionale di Educazione Ambientale “Un Albero per il Futuro” attraverso il quale l’Arma sta coinvolgendo il mondo della scuola, le Associazioni e gli Enti nella realizzazione di un “bosco diffuso” sul territorio nazionale per contribuire a migliorare la qualità dell’aria ed avvicinare le nuove generazioni al patrimonio naturale ed ai valori di eco-sostenibilità verso una maggiore qualità ambientale a vantaggio della salute dell’uomo.

Più informazioni su