Quantcast

Ultima domenica del periodo festivo senza sport ed in fila per effettuare tamponi o vaccinazioni per una parte della città di Lamezia Terme

Tra controlli e norme da dover rispettare, anche non pochi cittadini stranieri chiamati a dover certificare il proprio stato di salute in un sistema sanitario che non sempre li riconosce

Più informazioni su

Ultima domenica del periodo festivo senza sport ed in fila per effettuare tamponi o vaccinazioni per una parte della città di Lamezia Terme.

Per lo stop dei relativi campionati fino al 23 gennaio non scenderanno in campo oggi per gli impegni casalinghi Promosport (in Promozione contro il San Fili), Sambiase (in Prima Categoria contro la Nuova Valle), il Basketball Lamezia (serie C Gold contro la New Caserta Basket). Niente trasferta neanche per il Lamezia Terme a Rende in serie D, con entrambe le squadre a fare i conti con elementi positivi, e per la Vigor 1919 in Prima Categoria a Borgia, mentre nel campionato di futsal maschile serie B l’Ecosistem Lameziasoccer avrà ancora una domenica di riposo con le gare ufficiali che dovrebbero riprendere il prossimo fine settimana (trasferta a Montalto per gli orange).

Ieri era saltato anche l’impegno interno della Raffaele Lamezia contro la Costa Dolci Papiro nel campionato di serie B volley maschile, per via di alcuni contagi nella compagine siciliana.

Regolarmente si terrà invece la gara di serie A2 femminile di futsal al Palasparti, dove dalle 16 la Royal Team Lamezia affronterà il Futsal Rionero.

Niente file quindi davanti agli impianti sportivi per entrare (per altro con capienze limitate del 50% e 35% a seconda del tipo tra aperto e chiuso), mentre già dal mattino gente in attesa fuori dalla farmacia di turno per lo più aspettando di fare i tamponi.

Tra controlli e norme da dover rispettare, anche non pochi cittadini stranieri chiamati a dover certificare il proprio stato di salute in un sistema sanitario che non sempre li riconosce, ma che poi si trovano a dover rispettare determinati obblighi verso gli eventuali datori di lavoro o controlli da chi è chiamato a far rispettare le normative vigenti.

Oggi intanto termina la quattro giorni di vaccinazioni dedicate per lo più ai bambini dai 5 agli 11 anni, con un buon riscontro anche nel lametino.

Più informazioni su