Quantcast

Niente trasferimento di palazzina per il 118 lametino, da trovare nuovi locali per il Serd

Scelta effettuata non potendo edificare la tettoia necessaria al ricovero dei mezzi si soccorso e tracciare nuovi percorsi per le ambulanze

Più informazioni su

Dietrofront il 12 gennaio da parte dell’Asp di Catanzaro per lo scambio dei locali tra il servizio 118 ed il Serd di stanza nell’ospedale lametino, deliberati a settembre 2020 dall’allora terna commissariale, ma ritenuto ora logisticamente non conveniente.

A marzo 2021 erano stati affidati i lavori per quanto riguardava i locali destinati al medico autorizzato, i locali del Suem 118 e quelli dell’Usca, ed ora però si constata che «malgrado gli svariati sopralluoghi eseguiti con il responsabile del Sspp dell’Asp, con l’ausilio del comando dei vigili urbani di Lamezia Terme e con il responsabile del Suem 118, atti ad individuare una posizione logistica per edificare la tettoia necessaria al ricovero dei mezzi si soccorso, ed all’individuazione dei nuovi percorsi per i mezzi di emergenza, non è stata trovata una soluzione agevole e sicura ai fini della gestione logistica delle ambulanze».

Il 3 dicembre il responsabile del 118 ha così richiesto di rimanere nell’attuale postazione esistente nei pressi del pronto soccorso, il medico autorizzato e l’Usca sono stati collocati nei locali definitivi, ma rimane da trovare una nuova collocazione per il Serd, atto che l’Asp reputa «fondamentale per la riorganizzazione degli spazi a disposizione nella palazzina degli uffici». Al direttore Uoc Gtp spetterà ora il compito di reperire nuovi locali per il trasferimento del Serd ad altra sede.

Più informazioni su