Quantcast

“Nel nostro dna c’è la dieta mediterranea, va riportata nella quotidianità sfruttando la stagionalità dei prodotti”

Riparte la campagna di sensibilizzazione ai corretti stili di vita lanciata già prima della pandemia

Più informazioni su

Riparte la campagna di sensibilizzazione ai corretti stili di vita lanciata già prima della pandemia da parte dell’associazione “lo sceriffo del campo”, Coldiretti e Società Italiana per la promozione della salute.

Dopo i saluti istituzionali da parte del deputato Domenico Furgiuele e del sindaco Paolo Mascaro, atti a sottolineare l’impegno sia delle attività private che delle istituzioni (vedi il riconoscimento del distretto del cibo), ad introdurre la tematica Giuseppe Furgiuele, presidente regionale della Sips.

«Ripartiamo dopo due anni di pandemia che hanno messo maggiore attenzione sugli aspetti dei ricoveri ospedalieri ma meno su quello della prevenzione, il Covid ha dato come segnale quello di dover ripartire in tema sanitario, scolastico ma anche agricolo per seguire comportamenti salutari» spiega Furgiuele, «prevenzione e promozione della salute sono concetti collegati, molto importanti e non da sottovalutare anche per migliore l’offerta sanitaria. Sottovalutiamo l’incidenza dell’obesità infantile, il 41% in Calabria mentre in Italia è del 30%, circa 35.000 bambini tra gli 8 e 11 anni che sono già cittadini malati prima di diventare adulti».

Per questo motivo si sono coinvolte le scuole per campagne di corretta alimentazione fin dai banchi, lamentando che «negli ultimi anni è venuto meno il ruolo delle famiglie, che vanno coinvolte insieme alle aziende agricole per far entrare nell’uso comune il corretto utilizzo dei prodotti della nostra terra. Nel nostro dna c’è la dieta mediterranea, va riportata nella quotidianità sfruttando la stagionalità dei prodotti».

Furgiuele per questo assicura che «questa sarà la prima di una serie di iniziative per far diventare Lamezia una città sana e che mira a promuovere un corretto stile di vita».

A seguire le relazioni di Miriam Scarpino, referente scuola scuola Società italiana di promozione della salute; Maria Antonietta Mascato, responsabile Donne impresa Coldiretti; Raffaella Mangani, responsabile azienda agricola Mangani Umberto dei f.lli Mangani; Nick Origlia, presidente provinciale Apc (Associazione provinciale cuochi) Catanzaro; Nicola Netti, presidente nazionale Federazione italiana gelatieri e Pietro Gatto, presidente Asd run for “Nicholas Green”, Battista Muraca, presidente associazione “Sceriffo del campo”.

Più informazioni su