Quantcast

Grazie alla Susan Komen Italia accesi i riflettori sul cancro della mammella e sulla prevenzione foto

Richiesta l’implementazione delle attività relative ai tumori correlati alla mutazione dei geni BRCA 1 e 2, cui si riconduce circa il 25% dei tumori della mammella e che è ancestrale in Calabria

Più informazioni su

La Komen Italia, organizzazione di volontariato presieduta da Riccardo Masetti, Chirurgo Senologo del Policlinico Gemelli, è in questi giorni impegnata in Calabria a portare la prevenzione alla portata dei cittadini con le unità mobili della Carovana della Prevenzione. Nell’attesa dell’arrivo della carovana nel territorio del lametino, Francesca Graziano, medico pediatra e donna in rosa, referente regionale della Komen, con la collaborazione di Annalisa Spinelli, il patrocinio dei Comuni del Monte Contessa e del comune di Lamezia Terme, ha organizzato una serie di iniziative di sensibilizzazione rivolte alla popolazione, riunite dallo slogan “Due passi per la Vita”.

Numerose associazioni, impegnate nella lotta ai tumori, nel sostegno ai pazienti oncologici, in ambito sanitario, sociale e sportivo, hanno partecipato attivamente alle passeggiate per la salute, realizzate nel Comune di Curinga e sul lungomare di Lamezia Terme, con la presenza di amministratori, e cittadini di tutte le età.

L’obiettivo è stato ricordare l’importanza dell’attività fisica e dello stile di vita nel contrasto alle malattie oncologiche e alle malattie cronico degenerative. Le passeggiate sono state dipinte perché il rosa è il simbolo della lotta al tumore al seno che, oggi, in Italia, è al primo posto per incidenza e mortalità e può e deve essere contrastato con la diagnosi precoce. La prevenzione parte dalla consapevolezza e dalla conoscenza. Per tale motivo si è tenuto un convegno informativo divulgativo dal titolo “La salute è donna. Costruiamoci il futuro”. Durante l’incontro si è argomentato sul tumore della mammella con le figure più rappresentative del mondo scientifico locale, allo scopo di attivare un percorso che porti al pieno soddisfacimento dei bisogni di salute della donna.

All’incontro hanno partecipato anche i sindaci dei comuni di Curinga, Cortale, Jacurso, Maida, San Pietro a Maida e Lamezia Terme e Domenico Furgiuele che si è impegnato a coinvolgere il Governatore della Calabria e ad affrontare le problematiche emerse, tra cui l’implementazione delle attività relative ai tumori correlati alla mutazione dei geni BRCA 1 e 2, cui si riconduce circa il 25% dei tumori della mammella e che è ancestrale in Calabria.

Nei giorni 8,9 e 10 giugno i camper della Carovana della Prevenzione hanno stazionato nell’area antistante al Centro Commerciale Due Mari per offrire gratuitamente esami mammografici ed ecografici, visite senologiche, dermatologiche e consulenze nutrizionali alla popolazione locale, visite effettuate su prenotazione e rivolte alle categorie di soggetti fragili. Numerosissime sono state le richieste di esami, e questo dato deve stimolare una serie di riflessioni, perché alle attività di sensibilizzazione deve corrispondere la possibilità di trovare soddisfazione ai bisogni di salute e la garanzia dei Livelli Essenziali di Assistenza che a volte, forse troppo spesso, sembrano una chimera.

Grazie alla Susan Komen Italia sono stati accesi i riflettori per due settimane sul cancro della mammella e sulla importanza della prevenzione. A tutti noi il compito di mantenerli accesi per portare la nostra regione al passo con le regioni virtuose del Nord Italia. Gli operatori sanitari che hanno offerto gratuitamente la propria collaborazione sui camper della prevenzione sono: Giuseppina Scardamaglia, Angela Murgida, Anna Costanzo, Rosetta Guerrise, Giuseppe Loria, Salvatore Galea, Carmela Furina, Giuseppe Di Leo, Giusy Schipani, Maria Passante, Maria Francesca Ferrari, Peppina Molinaro, Liliana Chiarella, Giusy Ammendola, Caterina Mastroianni, Concetta Fumia, Annalisa Di Cello, Alessandra Mercuri, Mirella Samele, Francesca Bianco, Vincenzo Gullo.

Più informazioni su