Quantcast

Scadrà il 28 febbraio la manifestazione di interesse per creare aree pedonalizzate nelle aree limitrofe agli edifici scolastici

Essa costituisce una estensione a livello di scala di isolato o di quartiere degli interventi di messa in sicurezza degli edifici scolastici, già avviati nell’ambito del programma “scuola sicura”. 

Più informazioni su


    Con Decreto dirigenziale n. 16275 del 18/12/2019 è stata approvata la manifestazione di interesse per la concessione di contributi finalizzati alla realizzazione di aree in prossimità degli edifici scolastici (zone a traffico limitato). La copertura finanziaria da 2.000.000 euro sarà a valere sul PAC 2014-2020, Asse 4 Efficienza energetica e mobilità sostenibile, Obiettivo n.4.6 Aumento della mobilità sostenibile nelle aree urbane, fatta salva la facoltà di disporre, con atti successivi, la copertura in tutto o in parte del fabbisogno relativo con altre fonti di finanziamento rinvenienti da riprogrammazioni finanziarie dei programmi 2014-2020 e/o altre riprogrammazioni.
    Si tratta di un avviso aperto a tutti i Comuni calabresi che punta all’attuazione dell’azione 2.4 del Piano regionale dei trasporti (trasporto individuale non motorizzato e zone controllate). L’azione mira a realizzare aree pedonalizzate nelle aree limitrofe agli edifici scolastici, con l’obiettivo di migliorare la vivibilità e la fruibilità dei centri urbani. Essa costituisce una estensione a livello di scala di isolato o di quartiere degli interventi di messa in sicurezza degli edifici scolastici, già avviati nell’ambito del programma “scuola sicura”. 
    Per i Comuni di maggiori dimensione questa azione, integrata con l’azione sulla city logistics per cui è in atto una manifestazione di interesse in scadenza mercoledì, consente di migliorare in maniera significativa la vivibilità dei centri urbani attraverso la riduzione o l’azzeramento del traffico al fine di abbattere l’inquinamento in prossimità delle scuole e aumentare la sicurezza.
    I Comuni potranno presentare istanze entro il 28 febbraio per interventi in aree limitrofe ad edifici scolastici già adeguati ai sensi delle norme tecniche delle costruzioni NTC 2008 o NTC 2018 o per gli edifici che saranno adeguati entro il 31 dicembre. Si tratta degli edifici già adeguati o in corso di adeguamento per i quali con questa azione può essere significativamente migliorata l’accessibilità e la vivibilità dell’area esterna.
    La manifestazione di interesse deve essere corredata della condivisione della proposta con il Consiglio di istituto della scuola interessata e pertanto è necessario un coinvolgimento significativo dei genitori degli alunni, del corpo docente, del personale amministrativo e del dirigente scolastico. La condivisione costituisce un elemento fondamentale per la riuscita di interventi di questo tipo. Si tratta infatti di interventi che, in qualche caso, modificano significativamente le abitudini giornaliere in quanto provocano un cambiamento nella modalità di accesso e di fruizione del servizio scolastico e degli altri eventuali servizi erogati all’interno dell’edificio scolastico.

    Più informazioni su