Quantcast

Una biblioteca amichevole nel plesso Borrello proposta dal Comune

Spese maggiori per attrezzare i 120 metri quadrati messi a disposizione dalla scuola

Più informazioni su

Il Comune di Lamezia Terme, come candidata al bando regionale per “Interventi a sostegno di biblioteche e archivi storici della Calabria annualità 2019”, avanza la proposta di creare una sezione della biblioteca comunale per ragazzi collegata al bibliopoint in Via Matarazzo nel plesso scolastico dell’istituto “Borrello – Fiorentino”, inserendola nella linea d’azione 3 “Sostegno all’apertura di nuove aperture pubbliche in Calabria”, la quale prevede «il sostegno all’apertura di nuove biblioteche al fine di ampliare l’offerta culturale, e in particolare di orientate i bambini e i ragazzi verso il libro e la lettura allo scopo di riservare una sezione dedicata ai bambini e ai ragazzi o interamente dedicata ai bambini e ai ragazzi».

La sede scelta per la “biblioteca amichevole” è quella del plesso Borrello, che ha un’entrata indipendente dalla scuola (alla biblioteca verrà destinato uno spazio di 120 metri quadrati) e si affaccia su Piazza 5 dicembre, ospitando una scuola materna ed elementare e il Centro Permanente di Istruzione per Adulti, frequentato da 350 studenti (rom e stranieri).

Gli obiettivi prefissati sono

  • apertura di una nuova Biblioteca per bambini e ragazzi come luogo di lettura, studio, informazione e promozione libraria, rispondente a criteri di significatività, creatività, innovazione, coniugando spazi, risorse e media di diversa natura e rivolto alle nuove generazioni, anche in un’ottica laboratoriale e sperimentale;
  • apertura di una sezione interna alla Biblioteca dei Ragazzi dedicata ai fumetti;
  • caratterizzazione della Biblioteca per ragazzi in funzione dell’accoglienza e dell’inclusione, prevedendo risorse a tal fine, specie per quanto riguarda la presenza di libri in lingue straniere, volumi ad alta leggibilità e altro patrimonio diversificato unitamente a misure di accompagnamento per gli utenti con bisogni speciali;
  • collegamento della Biblioteca per ragazzi con il mondo della Scuola e dell’Educazione per una maggiore incisività (della Biblioteca e della Scuola) sul piano formativo e culturale, attraverso l’organizzazione di attività formative degli insegnanti sulle strategie di educazione alla lettura e per la valorizzazione del patrimonio librario negli istituti scolastici:
  • allestimento di un laboratorio didattico permanente di arte e di archeologia, inserito stabilmente fra le attività e le risorse della Biblioteca, attraverso un’esperienza “in vivo” delle operazioni di studio e di documentazione dei materiali archeologici, anche in riferimento alla storia dei ritrovamenti nel territorio (in un’ottica di valorizzazione della cultura locale);
  • attività per bambini e ragazzi in orario pomeridiano con una scelta di possibili iniziative programmate a scadenza regolare (cineforum, musica, mostre, laboratori artistici, letture animate, lavori digitali…) per la promozione del servizio in orario extrascolastico;
  • realizzazione di eventi pubblici e iniziative promozionali destinati trasversalmente alle varie fasce di pubblico, in collaborazione con altri soggetti, ai fini di promuovere la lettura, la conoscenza del territorio e per altre finalità.

Nei 25.000 euro richiesti (a cui si aggiungeranno 6.500 euro a cura del Comune di Lamezia Terme, che metterà a disposizione personale e risorse per garantire l’apertura e il funzionamento del servizio, le utenze, i servizi tecnologici e le attività di progettazione, coordinamento e rendicontazione) è prevista la copertura delle spese per:

  • arredi e attrezzature (compreso laboratorio didattico) 15.000 euro
  • patrimonio librario (libri, audiolibri, ebook, in-book…) 8.000 euro
  • costi per eventi di animazione culturale 2.000 euro
  • spese di progettazione, coordinamento e rendicontazione 1.750 euro
  • costi operativi collegati direttamente al progetto 4.500 euro

Più informazioni su