Quantcast

Per Covid l’istituto comprensivo di Nocera/Falerna tornerà in classe il 7 gennaio, domani nuove rimostranze di alcuni genitori lametini

Si chiedono rassicurazioni ad Asp e amministrazione comunale sul rientro in sicurezza in classe

L’apertura dell’istituto comprensivo di Nocera/Falerna è stata rinviata al 7 gennaio, essendo ancora presenti dei casi positivi, dopo un confronto tra l’amministrazione comunale, la dirigente scolastica e le autorità sanitarie locale. Per i circa 849 alunni dell’istituto quindi il ritorno in classe sarà dopo le feste di Natale.

Diversa invece la situazione nei 7 istituti comprensivi lametini, che di studenti ne contano 7775, dove una minoranza di genitori, appoggiata da qualche consigliere comunale o sigla civica, chiede di avere rassicurazioni ad Asp e amministrazione comunale sul rientro in sicurezza in classe dopo aver già avuto incontri con entrambi i fronti nella scorsa settimana.

Domani mattina si recheranno così nuovamente in via Perugini, anche se le prerogative son quelle relative a tamponi e lavorazione degli stessi oltre che al tracciamento dei contatti, che non trovano sede nella sede del Comune ma son di competenza dell’Asp, al pari del macchinario noleggiato per 6 mesi al costo di 12.000 euro per aumentare il numero di test eseguiti, o gli infermieri nelle scuole contrattualizzati fino al 31 gennaio.