Quantcast

Festa dell’educazione alimentare nella tenuta della Presidenza della Repubblica a Castelporziano partita dalla Calabria

Un progetto di Educazione Alimentare “Lo Sceriffo del Campo”, completato da Coldiretti Donne Impresa con la collaborazione dell’Istituto Scolastico Regionale

Più informazioni su

Il grande evento della 1^ Festa dell’educazione alimentare che si sta svolgendo nella tenuta della Presidenza della Repubblica a Castelporziano, con la partecipazione del Presidente Sergio Mattarella è il prestigioso suggello di un percorso nelle scuole che in Calabria ha coinvolto in tutta la regione 6 istituti scolastici e 8.000 bambini con i loro insegnati.

Un progetto di Educazione Alimentare (100% made in Calabria) “Lo Sceriffo del Campo”, completato da Coldiretti Donne Impresa con la collaborazione dell’Istituto Scolastico Regionale, con un evento in diretta dalle fattorie didattiche, dalle scuole e con gli agriturismi di Campagna Amica.

“Quello dell’educazione alimentare, rivolto ai giovani consumatori che possiamo definire generazione green- illustra Coldiretti Calabria – è un investimento che continueremo a fare perché nella nostra regione vie è un rinnovato interesse per queste tematiche e c’è una crescita delle fattorie didattiche e sociali che sono la punta avanzata della multifunzionalità. Fattorie sempre di più organizzate gestite da giovani e prevalentemente donne dove si va alla scoperta dell’agricoltura, degli animali, dei ritmi stagionali e si svolgono varie attività manuali con l’ausilio dei cuochi contadini”.

“L’offerta nella stagione estiva delle fattorie didattiche e negli agriturismi, sarà particolarmente interessante per i piccoli ospiti delle nostre campagne, perché vi è la consapevolezza che i ragazzi informati di oggi saranno un domani consumatori responsabili. Nelle fattorie didattiche – spiega la Coldiretti – si impara “facendo”, attraverso attività pratiche ed esperienze dirette come seminare, raccogliere, trasformare, manipolare e creare. L’evento assume una valenza anche dal punto di vista della salute dei bambini se si pensa che in Italia un bambino su tre è obeso o in sovrappeso; un dato aggravato ulteriormente dalla pandemia e che emerge dall’ultima analisi di Coldiretti, diffusa proprio nell’evento nazionale”.

“Il progetto sull’educazione alimentare è diventato e resterà cruciale nella visione e nel lavoro quotidiano di Coldiretti, degli agricoltori e allevatori coinvolgeremo sempre di più tutta la filiera agroalimentare- afferma il presidente della Coldiretti Calabria Franco Aceto – perché la qualità della vita dei nostri bambini e delle nostre famiglie inizia a tavola”.

Più informazioni su