Quantcast

“Negli hub temporanei istituiti nelle scuole sono stati 3400 gli studenti vaccinati in 9 ore”

In Calabria già adesso circa un bambino su tre della fascia 5-11 anni ha fatto la prima dose di vaccino

Più informazioni su

“Negli hub temporanei istituiti nelle scuole sono 3400 gli studenti vaccinati in tre pomeriggi, anzi in 9 ore per l’esattezza. La Calabria continua a distinguersi per efficienza!”. Il vicepresidente della Giunta, Giusi Princi, stila un bilancio parziale dei primi 3 giorni della seconda fase-2 di campagna vax school, in prosecuzione agli open day che sono stati il preludio al rientro nelle aule.

Tra coloro che hanno prontamente risposto, oltre ai medici ed infermieri, c’è per esempio la Federazione italiana medici pediatri, che ha pubblicamente dimostrato la totale disponibilità da parte della stragrande maggioranza dei pediatri calabresi a continuare a sostenere l’attività nelle scuole di incentivo alla vaccinazione dei bambini.

In una nota indirizzata ai vertici della Regione Calabria, infatti, il segretario regionale Fimp Antonio Salvatore Gurnari ha avvalorato i grandi risultati ottenuti in pochissimo tempo grazie agli interventi massicci messi in campo dall’assessorato all’Istruzione, le Asp, la Protezione civile e le varie Associazioni di volontariato. Si sono detti soddisfatti e disponibili a collaborare con ancora maggiore intensità: “in Calabria già adesso circa un bambino su tre della fascia 5-11 anni ha fatto la prima dose di vaccino. Ma si può fare ancora di più!” è lo stimolo del massimo rappresentante regionale dei Pediatri.

Disponibilità, spirito di servizio e senso di responsabilità apprezzati e subito raccolti dal vicepresidente: “anche in vista degli ormai imminenti richiami alle prime dosi, è ben accetto ogni aiuto aggiuntivo al sistema che abbiamo ben strutturato insieme al Presidente Roberto Occhiuto – ribatte Giusi Princi – Riteniamo che fare squadra sia alla base di ogni successo. Siamo quindi felicissimi di aver ingenerato nelle diverse categorie coinvolte questo effetto entusiasmo a cascata”.

Lo stesso entusiasmo con cui sta ben rispondendo il personale medico e infermieristico della società civile alla manifestazione d’interesse con cui il Governatore e Commissario ad acta ha incoraggiato i professionisti del settore a farsi avanti spontaneamente per sostenere le vaccinazioni nelle scuole, distogliendo quindi meno personale delle Asp possibile dagli ospedali e dagli hub permanenti.

Più informazioni su