Quantcast

Festa degli aquiloni per i bambini dell’Istituto Don Milani foto

“Un sogno lungo venti anni e oltre” è il titolo della XII Festa degli aquiloni che ha concluso l’anno scolastico degli alunni dell’Istituto Comprensivo Don Milani .

Più informazioni su

“Un sogno lungo venti anni e oltre” è il titolo della XII Festa degli aquiloni che ha concluso l’anno scolastico degli alunni dell’Istituto Comprensivo Don Milani .

“Un titolo non a caso perchè quest’anno si celebra il ventesimo anniversario della Festa degli aquiloni: era il 2002 quando in un antico registro la ex dirigente Maria Miceli scopriva che nel lontano 1957 gli alunni del plesso San Teodoro, insieme ai loro maestri, costruivano e poi facevano volare dalla collina di Magolà rudimentali “aquiloni e aerostati”. A quei tempi i maestri scrivevano una sorta di diario giornaliero delle attività didattiche. Erano altri tempi: non c’era la tecnologia e forse si badava di più alle cose essenziali della vita” spiegano le maestre che da anni insegnano in questa scuola.

Presenti sul lido della Marinella, dove si è svolto l’evento, oltre ai bambini festosi e alle famiglie, il Dirigente Scolastico Genesio Modesti, la Presidente del Consiglio di Istituto, Annita Vitale, il sindaco Paolo Mascaro e Gianni Arena presidente del Circolo Legambiente Lamezia. Nel pomeriggio del giorno prima, infatti, alunni, genitori e insegnanti dell’Istituto Don Milani si sono dati appuntamento con i volontari del Circolo di Legambiente Lamezia Terme in località Marinella per ripulire un pezzo di spiaggia e preparare il luogo per il lancio degli aquiloni. I bambini riunitisi in un bellissimo circle time hanno ascoltato con molto interesse e partecipazione una lezione sulla raccolta differenziata, che ha consentito loro di effettuare una pulizia della spiaggia a regola d’arte. Molte sono state le domande e gli interventi dei bambini che hanno mostrato non solo di aver interiorizzato, grazie al lavoro delle loro insegnanti, le più importanti regole della convivenza civile ma anche di possedere un grande rispetto per l’ambiente. Tantissimi bambini festosi, dunque, hanno colorato con i loro cappellini il litorale lametino che, come ha proclamato il sindaco Paolo Mascaro “va rispettato e amato, non tradito e violentato come quando si buttano indiscriminatamente rifiuti lungo le strade, nei torrenti, nel mare. E’ solo nelle nuove generazioni, nella scuola, che è il luogo della cultura e della consapevolezza del futuro, che si potrà trovare la rinascita per il pianeta e la libertà del pensiero.”

Nel ringraziare tutti gli intervenuti il Dirigente scolastico ha voluto sottolineare che “l’ aquilone in cielo incarna la libertà. Lasciarlo trasportare dal vento è un’usanza molto antica in Afghanistan ma da quando il regime ne ha vietato il volo è diventato anche il simbolo dei diritti negati. La scuola deve essere il luogo dell’inclusione e dei diritti di tutti e oggi questa manifestazione lo dimostra ampiamente.”

Momenti emozionanti e importanti anche per il significato profondo legato a questa manifestazione che il presiedente di Legambiente Lamezia ha voluto proporre, per gli alti obiettivi educativi che persegue, come giornata speciale per tutti gli istituti del territorio.

Dopo i canti preparati dal coro dei bambini, sulle note di “Volare” e de “Il cielo è sempre più blu” il cielo si è riempito di aquiloni svolazzanti mentre alcuni aquiloni acrobatici, predisposti da un esperto aquilonista già dalla mattina, avevano incantato tutti i presenti. Uno spettacolo carico di emozioni e di sogni come quelli che oggi i bambini della scuola Don Milani hanno affidato ai loro aquiloni carichi di speranza e fiducia verso il futuro.

Più informazioni su