Piano Scuola 4.0, le scuole finanziate nel lametino

Realizzare ambienti di apprendimento ibridi, che possano fondere le potenzialità educative e didattiche degli spazi fisici concepiti in modo innovativo e degli ambienti digitali

Con decreto del Ministro dell’istruzione n. 161 del 14 giugno 2022 è stato adottato il Piano Scuola 4.0. Il Piano è previsto dal PNRR quale strumento di sintesi e accompagnamento all’attuazione delle relative linee di investimento e intende fornire un supporto alle azioni che saranno realizzate dalle istituzioni scolastiche nel rispetto della propria autonomia didattica, gestionale e organizzativa.

scuola

È diviso in quattro sezioni:

  • la prima sezione “Background” definisce il contesto dell’intervento, ripercorrendo brevemente le principali tappe del processo di trasformazione didattica e digitale della scuola italiana e gli scenari europei di riferimento;
  • la seconda e la terza sezione “Framework” presentano il quadro di riferimento e i principali orientamenti per la progettazione degli ambienti di apprendimento innovativi (Next Generation Classrooms) e dei laboratori per le professioni digitali del futuro (Next Generation Labs);
  • la quarta sezione “Roadmap” illustra e sintetizza gli step di attuazione della linea di investimento “Scuola 4.0”.
  • Con il PNRR, il Ministero dell’istruzione, nell’ambito della linea di investimento “Scuola 4.0”, ha inteso investire 2,1 miliardi di euro per la trasformazione delle classi tradizionali in ambienti innovativi di apprendimento e nella creazione di laboratori per le professioni digitali del futuro e, al tempo stesso, con un’altra specifica linea di investimento, promuovere un ampio programma di formazione alla transizione digitale di tutto il personale scolastico.

La denominazione “Scuola 4.0” discende proprio dalla finalità della misura di realizzare ambienti di apprendimento ibridi, che possano fondere le potenzialità educative e didattiche degli spazi fisici concepiti in modo innovativo e degli ambienti digitali.

Per l’Azione 1 – Trasformazione delle aule in ambienti innovativi di apprendimento, nel lametino finanziate:

  • Ic Serrastretta 105.456,54
  • Ic Martirano Don Lorenzo Milani 101.400,52
  • Ic Soveria Mannelli “Gianni Rodari” 77.064,39
  • Ic Curinga 105.456,54 €
  • Ic Falerna – Nocera Terinese 162.240,83
  • Ic Maida 146.016,74
  • Ic Lamezia Terme “Gatti” 141.960,72
  • Ic Lamezia T. S. Eufemia Lamezia 178.464,91
  • Ic Lamezia T. Nicotera- Costabile 166.296,85
  • Ic Lamezia T. Don L. Milani 77.064,39
  • Ic Lamezia T. Manzoni Augruso 125.736,64
  • Ic “Ardito – Don Bosco” 239.305,22
  • Ic Lamezia Borrello-Fiorentino 133.848,68
  • Ic “Perri-Pitagora” L.T. 239.305,22
  • Is “Costanzo” Decollatura 109.512,56
  • Liceo Classico F. Fiorentino 109.512,56
  • Liceo St. “T. Campanella” Lamezia Terme 223.081,14
  • Ls “Galilei” Lamezia Terme 170.352,87
  • Ist. Professionale Alberghiero L.Einaudi 129.792,66
  • I.T.E. “V. De Fazio” Lamezia Terme 158.184,81

Per l’Azione 2 – Realizzazione di laboratori per le professioni digitali del futuro, nel lametino finanziate:

  • Is “L.Costanzo” Decollatura 164.644,23
  • Lc Liceo Classico F. Fiorentino 124.044,57
  • Liceo St. “T. Campanella” Lamezia Terme 124.044,57
  • Ls “Galilei” Lamezia Terme 124.044,57
  • Ist. Professionale Alberghiero L.Einaudi 164.644,23
  • I.T.E. “V. De Fazio” Lamezia Terme 164.644,23