Quantcast

Da domani al via la novena per San Francesco di Paola

Sono previste due messe: una alle 9 ed un’altra alle 19.

Più informazioni su

Prenderà il via domani, 23 maggio, giorno di Pentecoste, nel Santuario diocesano San Francesco di Paola, il cammino di preparazione per la festa patronale del Santo calabrese durante il quale sono previste due messe: una alle 9 ed un’altra alle 19.

Nonostante le varie restrizioni dovute all’emergenza Covid e nel pieno rispetto delle norme vigenti in materia, infatti, i Padri Minimi, hanno predisposto un percorso di riflessione e preghiera per accompagnare i fedeli in questo percorso di fede che inizierà il 23 maggio, giorno di Pentecoste, “giornata della comunità parrocchiale”, alle 11.30 con la celebrazione della messa durante la quale si svolgerà la vestizione dei nuovi statuari di san Francesco. Alle 18.30, invece, il vescovo, Giuseppe Schillaci, presiederà la concelebrazione eucaristica nel corso della quale saranno somministrate le Cresime.

Il 24 maggio sarà la “giornata di preghiera per gli anziani e gli ammalati” nel corso della quale padre Giuseppe Martinelli, vicario foraneo di San Pancrazio, aiuterà a riflettere su: “Quanto grande fu quell’ardore che discese dal Cielo e tutto soffri’ per amore nostro”.

Il 25 maggio, “giornata della solidarietà e della condivisione”, padre Martinelli proporrà la riflessione su “Il Signore Iddio, che tutto vede, vi renda il merito delle vostre fatiche” mentre il 26 maggio, “giornata del volontariato”, l’attenzione sarà incentrata su “Portate i pesi gli uni degli altri e fate tutto in carità”

Il 27 maggio, “giornata eucaristica”, le celebrazioni saranno officiate da padre Alfonso Longobardi della comunità dei Minimi di Sant’Andrea delle Fratte in Roma che aiuterà a riflettere su “Adorate il Signore, chiedendo a Lui che la sua morte vi sia di medicina, la sua resurrezione salvezza”. Dalle 9.45 alle 18, inoltre, si svolgerà l’adorazione Eucaristica animata dai vari gruppi della Parrocchia “ascolta e perdona: con Francesco di Paola adoriamo il Signore”. Al Terz’ordine dei Minimi, invece, e’ dedicata la giornata del 28 maggio nel corso della quale padre Alfonso guiderà i fedeli a meditare su “La salvezza e’ per tutti voi fratelli e sorelle, che vi siete messi sotto il giogo di questa Regola mite e santa”. Alle 17.30, poi, nella chiesa Matrice si svolgerà un incontro di formazione biblica animato da padre Alfonso su “quel brigante di Gesu’- come salvarsi la vita morendo su una croce”.

Il 29 maggio, “giornata di preghiera per i giovani”, le riflessioni di padre Alfonso riguarderanno l’invito: “Ricordate che il Signore ama restare e manifestarsi a coloro che conservano la giovinezza e purezza del cuore” ed alle 16.30, nel cortile parrocchiale, guiderà un incontro di formazione.

Domenica 30 maggio, “giornata di preghiera e ringraziamento per il dono della famiglia”, i fedeli con padre Francesco Trebisonda, correttore provinciale avranno l’opportunità di riflettere sul brano: “Se osserverete il sacramento Matrimonio, il Signore non ometterà di colmarvi delle sue grazie”.

Il 31 maggio, “giornata Mariana e della Vita”, sarà la volta di don Domenico Crupi, delegato provinciale Tom, che rifletterà su “La vera devozione a Maria consiste nella imitazione di Lei che regna in Cielo con il suo Divin Figlio” ed alle 17.30 nella chiesa Matrice guiderà un incontro di formazione per i terziari.

Il primo giugno, quarto anniversario elevazione della Chiesa a santuario diocesano, “giornata di preghiera per le vocazioni sacerdotali e religiose”, il cancelliere vescovile, don Andrea Latelli accompagnerà i fedeli nella riflessione del brano: “Coloro che desiderano uscire da stessi, per amore alla vita quaresimale e nell’intento di fare maggiore penitenza, saranno accolti da quest’ordine dei Minimi”. Mentre in mattinata sarà impartita la benedizione ai bambini che indossano l’abito votivo di San Francesco di Paola

Infine, il 2 giugno solennità di san Francesco di Paola, alle ore 11 ci sarà la concelebrazione eucaristica presieduta da vescovo con consegna della chiave ed offerta del cero votivo da parte del commissario prefettizio: “A te offriamo le chiavi della nostra città che e’ tua perché l’hai sempre protetta nelle case e nei cittadini in tempi di pace e di guerra, di prosperità e di miseria, di lutto e di gioia”.

Ogni giorno, prima delle messe, alle 18 si svolgerà il novenario di preghiera e ringraziamento con la recita del Santo Rosario in comunione con i santuari mariani di tutto il mondo per invocare la fine della pandemia: da tutta la Chiesa saliva incessantemente la preghiera a Dio”. Seguirà alle 18.40 il canto dei Vespri di San Francesco.

Inoltre, la novena sarà trasmessa ogni giorno, a partire dalle 18.40 in diretta su Essetv canale 112 e sui canali social facebook e youtube dell’emittente televisiva e sulla pagina facebook della Diocesi di Lamezia Terme e successivamente caricata sul canale youtube della Diocesi di Lamezia Terme

“Anche quest’anno – affermano i frati Minimi – ringraziamo il buon Dio che, nonostante le varie restrizioni dovute all’emergenza Covid, che ben conosciamo, ci permette di compiere questo cammino di fede insieme al nostro Santo Padre Francesco, perché cresca la nostra fede, si rafforzi la nostra speranza, si consolidi l’amore verso Dio e verso il prossimo”.

Più informazioni su