RLS: chi lo nomina e come deve essere formato

Si tratta del soggetto che viene designato o eletto affinché rappresenti i lavoratori in materia di sicurezza e salute sul lavoro

Più informazioni su

    Il ruolo del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza viene indicato dal D. Lgs. n. 81 del 2008 alla lettera i del comma 1 dell’articolo 2. Si tratta del soggetto che viene designato o eletto affinché rappresenti i lavoratori in materia di sicurezza e salute sul lavoro. Tale figura può essere istituita a livello di comparto, di sito produttivo e aziendale, o a livello territoriale. Esso viene eletto dai lavoratori, internamente, nel caso di unità produttive o aziende che non hanno più di 15 dipendenti; in tale eventualità può essere scelto anche per diverse aziende del comparto produttivo o dell’ambito territoriale. Quando, invece, le unità produttive o le aziende superano i 15 dipendenti, i lavoratori designano o eleggono il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza nell’ambito delle rappresentanze sindacali. Solo quando non ci sono rappresentanze sindacali si può scegliere uno dei lavoratori.

    Quanti devono essere i rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza

    In azienda il numero minimo di RLS varia a seconda della quantità di dipendenti. Nelle unità produttive e nelle aziende che non hanno più di 200 lavoratori, è sufficiente un rappresentante. Nelle unità produttive e nelle aziende che hanno più di 200 e non più di 1000 lavoratori, c’è bisogno di tre rappresentanti. Infine, nelle unità produttive e nelle aziende che hanno più di 1000 lavoratori servono almeno sei rappresentanti, ma il loro numero può essere aumentato sulla base di quanto previsto dalla contrattazione collettiva o dagli accordi interconfederali.

    Che cosa fa un RLS

    Il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza deve essere consultato a proposito dell’organizzazione della formazione e, in maniera tempestiva e preventiva, per tutto ciò che concerne la valutazione dei rischi e la verifica della prevenzione in azienda. Egli può accedere a tutti i luoghi di lavoro dove si svolgono le lavorazioni e viene consultato in relazione alla designazione degli addetti e del responsabile delle attività di prevenzione degli incendi, del servizio di prevenzione e del primo soccorso. Ancora, il RLS riceve la documentazione e le informazioni che riguardano le misure di prevenzione che derivano dalla valutazione dei rischi, le informazioni che derivano dai servizi di vigilanza e quelle che riguardano gli ambienti di lavoro e le malattie professionali.

    La formazione del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza

    È in sede di contrattazione collettiva nazionale che vengono definiti i contenuti, la durata e le modalità della formazione del RLS, nel rispetto delle nozioni di tecnica della comunicazione, della valutazione dei rischi e dei principi giuridici nazionali e comunitari, che rappresentano alcuni dei contenuti minimi previsti. Gli altri riguardano gli aspetti normativi che regolano la rappresentanza dei lavoratori, le misure procedurali e tecniche di protezione e prevenzione, la definizione dei fattori di rischio e gli obblighi dei principali soggetti coinvolti. I corsi devono avere una durata minima di 32 ore, e di queste 12 devono essere dedicate ai rischi specifici in azienda, oltre che alle misure di protezione e di prevenzione che vengono adottate.

    L’aggiornamento

    Oltre alla formazione iniziale, è necessario rispettare anche l’obbligo di aggiornamento periodico, le cui modalità sono sempre normate dalla contrattazione collettiva nazionale. In ogni caso l’aggiornamento deve durare almeno 4 ore all’anno nel caso delle aziende che hanno meno di 50 lavoratori e almeno 8 ore all’anno nel caso delle aziende che hanno più di 50 lavoratori. È indispensabile che la formazione dei rappresentanti dei lavoratori – così come quella dei lavoratori – venga effettuata durante l’orario di lavoro, senza alcun tipo di onere economico per i lavoratori stessi. Inoltre, essa deve avvenire in collaborazione con gli organismi paritetici eventualmente presenti.

    I corsi di Progetto81

    Il corso RLS è uno dei corsi che vengono messi a disposizione da Progetto81 sulla sua piattaforma dedicata alla formazione in modalità e-learning. Questa azienda è composta da uno staff di formatori, di consulenti e di professionisti qualificati secondo quanto previsto dal D. Lgs. n. 81 del 2008. Progetto81 è presente da più di 10 anni nel settore e garantisce ai propri clienti un sostegno costante nel rispetto degli obblighi previsti dalla normativa, mettendo a disposizione servizi di consulenza e ricoprendo gli incarichi di medico competente ed RSSP esterno. La formazione rappresenta, in ogni caso, il vero core business.

    Entra nel sito progetto81.it per maggiori informazioni.

    Più informazioni su