Quantcast

Torna con un buon pareggio l’Ecosistem Lameziasoccer dalla prima trasferta siciliana del girone di ritorno ottenuto sul campo del Mascalucia C5

Mantenuti 5 punti di vantaggio sul sesto posto occupato dalla Polisportiva Futura, prossimo avversario dei lametini sabato al Palasparti.

Più informazioni su


    MASCALUCIA C5 -ECOSISTEM LAMEZIASOCCER 3-3
    RETI: 1t 10’32” Russo 11’24” Iozzino 16’15” Montesanti (Aut) 2t 7’53” De Masi 11’02” D’Arrigo 12’03” Deodato
    MASCALUCIA C5: Rapisarda, Leonardi, Nicolosi, Guglielmino, D’Arrigo, Abate, D. Longo, G. Longo, Panebianco, Scuderi, Russo, Pagano. Allenatore: Umberto Previti
    ECOSISTEM LAMEZIASOCCER: Sperlì, Montesanti, Morelli, De Masi, Iozzino, Monterosso, De Masi, Caffarelli, Deodato, Brandonisio, Gerbasi, Scalese. Allenatore: Bebo Carrozza
    ARBITRI: Marilena Catanese di Barcellona PG e Andrea De Luca di Paola
    CRONOMETRISTA: Francesco Quartaronello di Messina
    Torna con un buon pareggio l’Ecosistem Lameziasoccer dalla prima trasferta siciliana del girone di ritorno ottenuto sul campo del Mascalucia C5. La compagine di casa ha mostrato di non meritare l’attuale classifica ed ha giocato a viso aperto contro gli orange, ne è nata una partita bella e per certi versi entusiasmante con i lametini che hanno dato prova di compattezza rispondendo per ben 3 volte al vantaggio dei padroni di casa. In due circostanze, primo e terzo gol, gli orange hanno avuto la forza e l’abilità di rispondere immediatamente al vantaggio degli avversari con giocate di ottima fattura.
    Ottimi protagonisti della gare anche i due portieri che si sono esaltati davanti alle tante conclusioni degli attacchi avversari: più sollecitato l’estremo siciliano che ha negato altre marcature agli orange ed anche Sperlì che sul finire del primo tempo parava, bloccando la sfera, un tiro libero calciato da Nicolosi.
    Dopo vari tentativi, da una parte e dall’altra, a spezzare l’equilibrio a metà del primo tempo il gol di Russo che sfruttava un errore in chiusura dei lametini, che però non si demoralizzavano e dopo poco più di un minuto pareggiavano i conti con un gran gol di Iozzino. Sulla battuta di un calcio d’angolo di Scalese, l’orange colpiva al volo a mezz’aria con una bordata che lasciava di sasso l’estremo avversario con palla all’incrocio dei pali.
    A poco meno di quattro dalla fine della prima frazione altro vantaggio del Mascalucia con una sfortunata autorete di Montesanti, che non poteva fare nulla per evitare l’impatto con un pallone messo al centro dove non c’era nessuno a poterlo sfruttare. 
    Primo tempo dunque con i padroni di casa in vantaggio, che nel secondo tempo tenevano botta ai tentativi dei lametini fino a quando il giovane De Masi non inventava un gran gol: finta e controfinta sull’avversario e dalla destra gran diagonale imprendibile per il portiere avversario, con palla che si insacca nel sette opposto. 
    Altra doccia fredda per l’Ecosistem a 9 dal termine con il gol di D’Arrigo che riesce a spingere in porta la palla in scivolata su passaggio di Longo, favorito dal un liscio della difesa lametina. Altra prova di forza e determinazione dell’Ecosistem che rispondeva anche stavolta dopo un minuto con Deodato che, spalle alla porta, riceve da Iozzino, si gira e batte l’estremo avversario. 
    Rimangono ancora tanti minuti da giocare e le occasioni non mancano fino al 3″ dal termine quando Iozzino si trova sulla traiettoria di una bordata di Monterosso, e quando la palla scende a terra tenta il colpo di tacco su cui è bravo a chiudere Rapisarda. 
    Considerando il bisogno di punti per la salvezza e la buona gara disputata degli avversari, cosa ampiamente prevista da mister Carrozza, il punto è da considerare più che positivo se consideriamo anche l’aver mantenuto i 5 punti di vantaggio sul sesto posto occupato dalla Polisportiva Futura, prossimo avversario dei lametini sabato al Palasparti.
     

    Più informazioni su