Quantcast

Ripescaggi in serie D, stilati i criteri ma chance minori per le aspiranti al salto di categoria

L'ordine riguarderà 2 retrocesse ed 1 aspirante dall'Eccellenza

Deciso in precedenza l’ordine con cui verranno promosse le 5 migliori dei vari gironi regionali (premiando il migliore rapporto tra punti conquistati e giornate disputate prima dello stop dovuto dal Covid-19), la Lega Nazionale Dilettanti ha approvato ieri la tabella dei punteggi delle Società di Eccellenza per gli eventuali ripescaggi nel Campionato Serie D 2020/2021, ambito che interessa sia il Sambiase che la Vigor Lamezia.

Saranno ammesse in ordine alternato 2 società retrocesse dalla Serie D (aspetto che per la Calabria vede Palmese e Corigliano, mentre martedì si terrà l’udienza davanti alle Sezioni Unite del Collegio di Garanzia del Coni dei ricorsi presentati da alcuni club che si oppongono ai criteri che li hanno visti andare in Eccellenza), seguendo la graduatoria predisposta dal Dipartimento Interregionale per il Campionato Nazionale Serie D 2019/2020, e 1 società del campionato di Eccellenza 2019/2020, secondo la graduatoria predisposta dalla L.N.D.

Non tenendo conto per questa stagione di eventuali ripescaggi nei passati anni, i criteri saranno:

  • da 1 a 4 punti per bacino di utenza (sede in capoluogo di regione; in capoluogo di provincia; in comune con popolazione superiore a 50.000 abitanti; avente sede in comune con popolazione inferiore a 50.000 abitanti);
  • da 1 a 3 punti diritti sportivi (relativi all’anzianità di affiliazione alla FIGC divise tra 30, 20, 10 stagioni);
  • meriti sportivi (6 punti per le seconde classificate, 3 per le qualificate ai quarti di Coppa Italia, 1 per la vincitrice della fase regionale);
  • valutazioni aggiuntive (per ogni anno di appartenenza a Campionati Professionistici (Serie A, Serie B, Prima Divisione, Seconda Divisione, Campionato unico di Lega Pro, Serie C) – 2016/2017 – 2017/2018 – 2018/2019.- punti 3; per ogni anno di appartenenza al Campionato di Serie D (2016/2017 – 2017/2018 – 2018/2019) – punti 2; per ogni anno di appartenenza al Campionato Regionale di Eccellenza maschile (2016/2017 – 2017/2018 – 2018/2019)- punti 1; per ogni anno di appartenenza al Campionato Regionale di Calcio Femminile (2016/2017 – 2017/2018 – 2018/2019) – punti 1; per la partecipazione all’ultima Assemblea Elettiva Regionale fino alla data del 31.12.2019 – punti 1; società che ha anche partecipato a Campionati Nazionali di Calcio Femminile (2016/2017 – 2017/2018 – 2018/2019) per ogni stagione punti 2);
  • volume attività giovanile (punteggio assegnato solo in caso di partecipazione con effettiva classifica che varia da 5 a 1 punto nelle categorie allievi, giovanissimi, esordienti, pulcini);
  • valutazione impianto (punteggio variabile da 1 a 5 in relazione alle condizioni generali dell’impianto considerato in rapporto alle seguenti caratteristiche: verbale Commissione Provinciale o Comunale di vigilanza del campo di giuoco – servizi aggiuntivi – capienza delle tribune – condizioni spogliatoi – impianto di illuminazione – dotazione di manto erboso).

In base al numero di posti vacanti bisognerà poi valutare quali saranno le reali possibilità di salto di categoria con 36 retrocesse (verosimilmente non tutte presenteranno domanda per tornare in serie D) e solo 1/3 delle caselle libere che potrebbe essere coperto da compagini aspiranti dall’Eccellenza.

Per le Stagioni Sportive seguenti a quella del 2020/2021, l’alternanza verrà ristabilita secondo il principio per cui il completamento dell’organico del Campionato Nazionale di Serie D avverrà con una rotazione automatica di una unità, di stagione in stagione, fra le società inserite nelle rispettive graduatorie predisposte dalla L.N.D. per le perdenti le gare spareggio-promozione fra le seconde di Eccellenza e dal Dipartimento Interregionale per le retrocesse dal Campionato di Serie D.