Quantcast

Anche il Rende scende in serie D, prossime settimane verità per la composizione dell’Eccellenza

Ad oggi il girone I sarebbe già completo, ma tra mancate iscrizioni ed ufficialità bisognerà attendere metà luglio

Se le reali velleità di salto in serie D per Vigor Lamezia e Sambiase saranno più chiare solo a metà luglio quando saranno stilate le graduatorie di eventuali ulteriori ripescaggi (oltre ai criteri stabiliti due settimane fa, minori possibilità derivano dall’alternanza di 2 società retrocesse ed 1 aspirante da promuovere), si delineano le varie altre compagini in arrivo da Eccellenza e Lega Pro per capire quanti posti rimarranno da coprire eventualmente per mancate iscrizioni nel campionato interregionale dilettantistico.

Nel girone I, quello dove tradizionalmente sono inserite le compagini calabresi, a fronte di 5 squadre che hanno lasciato la serie D (1 promossa e 4 retrocesse), dovrebbero compensare le vincenti dei gironi di Eccellenza di Calabria (San Luca) e Sicilia (Dattilo Noir e Paternò Paternò), oltre alle ufficializzazioni odierne, con le campane da dividere anche con il girone H (insieme a lucane e pugliesi).

Dalla Lega Pro

Dal “piano di sopra” per quanto riguarda le squadre del meridione arriva il Rende, che dopo aver vinto 1-0 la gara d’andata di play out ha perso 3-0 il ritorno chiudendo in 10 la gara contro il Picerno. Rimane in Lega Pro la Sicula Leonzio, che come all’andata batte 1-0 il Bisceglie.

Dall’Eccellenza

Niente ripescaggio per ora per la Reggiomediterranea: per quanto riguarda le 7 promozioni tra le seconde dei vari gironi di Eccellenza, in assenza di play off per il fermo dei campionati dovuto al Covid-19, promosse Rotonda e Saluzzo, le due società ex-aequo al primo posto nelle classifiche cristallizzate del Girone unico di Basilicata e del Girone “B” di Piemonte Valle d’Aosta, e poi Città di Sant’Agata (Sicilia), Puteolana (Campania), Sestri Levante (Liguria), Tre Pini Matese (Molise) e Vis Nova Giussano (Lombardia) sulla base della media punti ottenuta dalle seconde classificate nei rimanenti 26 gironi di Eccellenza calcolando il rapporto tra il punteggio cristallizzato e il numero delle gare effettivamente disputate.

Ascensori calabresi

Se quindi le prossime due settimane saranno indicative per come sarà la prossima serie D, le due successive lo saranno per i campionati inferiori. Eventuali domande di ripescaggio in Eccellenza e Promozione potranno essere presentate entro il 30 luglio, termine anche di iscrizione per le aventi diritto. Rispetto alla scorsa stagione si ci discosta dunque di circa metà mese, con così verosimile l’avvio della Coppa Italia ad inizio settembre (e non l’ultima settimana di agosto) e nella seconda metà del mese quello dei campionati.

Saranno invece “rimandate a settembre”, anche per la chiusura dall’8 al 23 agosto del Comitato Regionale, le domande di ammissione al Campionato di 1^ Categoria (3 settembre) e di 2^ Categoria (17 settembre), con la Terza Categoria aperta fino al 30 settembre.

Entro le medesime scadenze si dovranno versare anche gli importi dovuti per l’iscrizione (comprensivi anche del campionato under 19 per le compagini di Eccellenza e Promozione, anche se solo per questa stagione è caduto il vincolo di partecipazione obbligatoria), cui aggiungere il versamento di una somma in conto spese di assicurazione tesserati, il cui importo verrà calcolato sulla base del numero dei propri effettivi tesserati al 30 giugno:

  • Eccellenza 5.800 euro
  • Promozione 4.830
  • Prima Categoria 3.030
  • Seconda Categoria 2.350
  • Terza Categoria 1.560 (gratis per nuove affiliate)