Quantcast

Il Sambiase assicura sulla propria permanenza come club giallorosso, solo una discussione su altre ipotesi

Sondaggio sulla prospettiva di realizzabilità, non immediata, di un progetto di costituzione di una nuova ed unitaria società di calcio a Lamezia Terme

Più informazioni su

In una giornata quanto meno movimentata, scende in campo anche l’A.s.d. Sambiase Lamezia 1923 per chiarire l’evolversi della situazione in casa propria e nel confronto con le altre realtà calcistiche esistenti nell’ipotesi di avere un nuovo unico soggetto che rappresentasse Lamezia Terme.

La società giallorossa precisa che «nei giorni scorsi, al fine di aderire al cortese invito di una serie di autorevoli esponenti della politica e dell’imprenditoria lametina certamente mossi da apprezzabili intenti, si è limitata a partecipare, unitamente ai massimi rappresentanti della società Vigor Lamezia, ad un tavolo di discussione nell’ambito del quale è stato promosso un mero sondaggio sulla prospettiva di realizzabilità, non certamente immediata, di un progetto di costituzione di una nuova ed unitaria società di calcio nella città di Lamezia Terme. Nel corso di tali incontri, tenutisi in uno spirito di fattiva collaborazione ma nell’assoluto rispetto delle proprie identità, non è stato mai messo in discussione il mantenimento in vita dell’A.s.d. Sambiase Lamezia 1923 e, quindi, della storia, dell’identità e della passione giallorossa che, appare pleonastico doverlo sottolineare, trova nel suo territorio e nei suoi tifosi quell’inestirpabile radice che lega un popolo al suo simbolo più importante».

Da qui il passaggio con cui il Club delle Due Torri, «anche all’esito del confronto con i suoi tifosi ed i suoi appassionati che, mossi dall’amore che li lega alla tradizione giallorossa, hanno civilmente oltre che legittimamente manifestato il loro condivisibile dissenso rispetto a qualunque inesistente e fantasiosa ipotesi di una fusione, smentisce di avere mai aderito a progetti che potessero determinare la rinuncia al proprio nome, ai propri simboli ed ai propri colori che continueranno fino alla fine ad onorare il territorio e la gente di Sambiase, in qualunque stadio ed in qualunque categoria, con l’orgoglio, la passione ed il coraggio di sempre».

Per tale ragione si ci dichiara sorpresi di «alcuni comunicati che si è avuto l’occasione di leggere nella giornata odierna nei quali, in forma tanto apodittica quanto sconcertante oltre che inelegante, si afferma di non aver partecipato, non si comprende neanche a quale titolo ciò sarebbe dovuto avvenire, ad una “discussione sul futuro della Società Sambiase Calcio”», reputando che «l’A.s.d. Sambiase Lamezia 1923, che non ha certamente bisogno di interlocutori esterni per discutere del suo futuro e che al contempo, predicando il verbo della lealtà e della chiarezza, non teme il confronto con la sua tifoseria rispetto alle azioni poste in essere, rende pertanto noti lo spirito e le finalità degli incontri tenutisi nei giorni scorsi i quali, repetita iuvant, hanno caratterizzato la società, sin dal primo minuto, per la sua signorilità e la sua franchezza».

Chiarita la fase di interlocuzione, rimane da risolvere la situazione più contingente: assicurare il proseguimento societario. A tal proposito quindi «invita il suo popolo a stringersi ancora una volta, come oggi, intorno alla sua squadra che da sempre, a prescindere da chi la potrà rappresentare nella contingenza dei momenti, è da sempre, e rimarrà per sempre, proprietà del suo territorio e della sua gente. Fino alla fine … Forza Sambiase».

Più informazioni su