Manifestazioni sportive all’aperto, online l’avviso pubblico per raccogliere proposte da parte del Comune

Tempo fino al 25 luglio per candidarsi e presentare la documentazione richiesta

Più informazioni su

Ci sarà tempo fino al 25 luglio per candidarsi all’avviso pubblico per l’acquisizione di manifestazioni di interesse finalizzate all’attività sportiva a cielo aperto da realizzare nel periodo estivo a titolo gratuito da parte di associazioni a favore soggetti di tutte le fasce d’età ,in particolare per soggetti diversamente abili.

Le zone individuate sono:

  • parco “Peppino Impastato” con possibilità di uso dei bagni e punto prelievo energia elettrica;
  • parco “XXV Aprile” con punto di prelievo di energia elettrica;
  • parco “Mastroianni”con possibilità di uso dei bagni e punto prelievo energia elettrica;
  • miniparco Via Luigi Longo Nicastro;
  • parco San Pietro Lametino con punto di prelievo di energia elettrica;
  • bosco Litoraneo e percorso della salute a Marinella e lungomare “Falcone-Borsellino”;
  • percorso della Salute Via Perugini-Via Reillo-Via M.T. di Calcutta;
  • piazza (con pavimentazione cementizia) in Via Nicolò Paganini in località Savutano;
  • miniparco urbano “Madonna del Soccorso” a Magolà Via Dario Galli /Via Basilio De Fazio;
  • area verde Via Rinaldo Miceli a Marinella (di fronte Pub Henry Morgan);
  • area verde Via Amendola (accanto scuola e Palazzetto “Saverio Gatti”).

Al soggetto attuatore, oltre al rispetto delle norme di distanziamento sociale, viene richiesto anche di:

  • rispettare le prescrizioni dettate dalle normative nazionali e regionali vigenti e dal presente avviso;
  • rispettare quanto previsto dal progetto organizzativo;
  • prevedere adeguata copertura assicurativa per il personale, per gli iscritti, per responsabilità civile verso terzi, per danni causati a persone o a cose nello svolgimento dell’attività o conseguenti all’attività prestata;
  • rispettare scrupolosamente le normative vigenti sulle attività, quelle relative alla sicurezza sul lavoro, alla privacy e all’antipedofilia;
  • la regolarità contributiva e la sussistenza dei presupposti previsti dalla normativa antimafia.

Il Comune si riserva la possibilità di segnalare, per la successiva partecipazione alle attività svolte da parte dei soggetti attuatori e compatibilmente con quanto previsto nell’ambito dei singoli progetti organizzativi, minori che risultino in carico al servizio sociale professionale, per i quali la partecipazione alle attività risulti funzionale alle esigenze di socializzione dei medesimi.

Più informazioni su