Quantcast

“Ci dobbiamo abituare a certi tipi di tensione, dovremmo lavorare meno di fioretto e più di sciabola”

La prima trasferta a Rombiolo ha dato il benvenuto a mister Morgia e la nuova Vigor Lamezia nel mondo dei dilettanti calabresi

La prima trasferta a Rombiolo ha dato il benvenuto a mister Morgia e la nuova Vigor Lamezia nel mondo dei dilettanti calabresi, in uno stadio ben diverso dalla situazione del Guido D’Ippolito (dove per altro i biancoverdi ancora non hanno messo ufficialmente mai piede per quanto riguarda l’ambito giocato o di allenamenti) o delle strutture dotate di sintetico più frequenti nei campionati da dove molti giocatori dell’attuale rosa arrivano.

mister morgia

«Quando contano i 3 punti la cosa importante è portarseli a casa, sul piano del gioco su un campo pessimo abbiamo fatto un bellissimo primo tempo, dove abbiamo tenuto dei ritmi alti e pressato sempre molto alti», valuta Morgia dopo il 3-1 con cui si è vinta la gara di Coppa Itala, «nel secondo tempo la lunga sosta per l’infortunio del portiere avversario ci ha di fatto deconcentrato, mentre il gol subito ci ha innervosito. La gara si è poi incattivita, ma il terzo gol ci ha permesso di gestire meglio gli ultimi 10 minuti».

Per il tecnico biancoverde quindi «è stata una prova importante, abbiamo capito che il gruppo c’è, fatto di ragazzi che lavorano seriamente. Ci dobbiamo abituare a certi tipi di tensione, ovunque troveremo chi vorrà fare contro di noi la partita della vita, per questo dovremmo lavorare meno di fioretto e più di sciabola. Questo è un campionato che non conosco, ma da quanto vedo sarà molto decisiva la parte fisica e dovremmo farci sentire anche su quel terreno».

Oltre alla prima squadra ci sono però anche le formazioni dei più piccoli, con il tecnico ex Chieri affiancato dai propri collaboratori a replicare il lavoro richiesto ai più grandi: «il settore giovanile è importante come la prima squadra, i ragazzi del territorio devono vedere il mondo Vigor Lamezia come la propria famiglia. Con i miei collaboratori avremo un programma congiunto e continuo con la prima squadra, per creare una sinergia tra tutte le componenti della Vigor Lamezia. E’ un lavoro che va oltre allo sport, puntiamo a formare ottimi cittadini del domani».

Domani intanto la Vigor Lamezia non riposerà, essendo previsto un nuovo allenamento congiunto alle 15.30 al “Pino Catania” di Pianopoli con l’Atletico Maida.