Prorogate al 31 gennaio le gestioni di Gianni Renda, Rocco Riga e Palasparti, prossimo atto per il Guido D’Ippolito

Non chiarito il futuro per Remo Provenzano, Palagatti e Palasavutano, oltre alle palestre scolastiche

Più informazioni su

Scadute il 30 giugno, le convenzioni per la gestione dei principali impianti sportivi comunali vengono rinnovate ora fino al 31 gennaio 2020, nell’attesa che il Comune possa riuscire a pubblicare le nuove tariffe di uso (le quali potrebbero essere valutate anche dalla consulta sport, ancora non nominata dai consiglieri comunali) e successivamente un nuovo bando di gestione.

Nella determina si appella però al coronavirus, sostenendo che «a seguito della pandemia scaturente dal Covid- Sars 19 che ha visto la chiusura, al fine del contenimento dei contagi, di tutti gli impianti sportivi, e dello svolgimento della pratica e di tutte le discipline sportive, gli impianti sono stati chiusi per 4 mesi».

Fino al termine di gennaio i gestori saranno l’A.S.D. Sambiase Lamezia 1923 per lo stadio “Gianni Renda”; la N.S.D. Promosport per il “Rocco Riga”; l’A.T.S. tra l’A.D.F. Basketball Lamezia, A.S.D. Ecosistem Lamezia Soccer e A.S.D. Royal Team Lamezia per il palazzetto dello sport “Alfio Sparti”.

Vengono previsti 9.700 euro come oneri a carico del Comune esclusivamente per la manutenzione straordinaria della struttura e nell’erogazione di un contributo per gli stadi “Reda” e “Riga”, mentre con successivo atto sarà affidata la gestione dello Stadio Comunale “Guido D’Ippolito”, anche se all’interno la nuova Vigor Lamezia ha già iniziato lavori di miglioramento della struttura.

Non citato nell’atto amministrativo quale sarà la decisione per il campo sportivo “Provenzano”, o quando e come riapriranno il Palagatti ed il Palasavutano (che dopo i problemi di agibilità della terna commissariale ora si trovano ad affrontare la problematica Covid essendo anche palestre scolastiche, altro problema per tutto lo sport di base).

Più informazioni su