Quantcast

Il mese di stop per il calcio giocato di Eccellenza incognita in più per Vigor Lamezia e Sambiase

La squadra di mister Morgia a novembre aveva in previsione tra campionato e Coppa Italia 7 gare in 3 settimane

Entrerà in vigore da oggi il nuovo DPCM emanato dal Presidente Giuseppe Conte, per i cui effetti tutte le competizioni sportive regionali sono sospese fino al 24 novembre.

Si ferma così anche il calcio dilettantistico, con i tornei di Eccellenza e Promozione e gli altri a scendere che già avevano diverse gare da recuperare per i vari protocolli Covid da rispettare.

Soffermandosi sul massimo campionato dilettantistico calabrese, lo stop del campionato con quindi le varie giornate da recuperare nel corso del resto della stagione complicano ulteriormente i tempi del cammino potenziale della Vigor Lamezia.

La squadra di mister Morgia il prossimo mese aveva in previsione tra campionato e Coppa Italia 7 gare in 3 settimane:

  • Vigor Lamezia – Locri l’1,
  • Vigor Lamezia – Sersale il 4 per l’andata degli ottavi di Coppa,
  • Isola Capo Rizzuto – Vigor Lamezia l’8,
  • Gallico Catona – Vigor Lamezia l’11,
  • Vigor Lamezia – Scalea il 15,
  • Sersale – Vigor Lamezia il 18 per il ritorno degli ottavi di Coppa,
  • Soriano – Vigor Lamezia il 22.

Per il Sambiase invece il calendario prevedeva trasferta a Cotronei (1), ospitare il Belvedere (8), trasferta a Sersale (15) riposando poi il 22 poiché era prevista la gara contro il Corigliano.

All’ipotetica ripresa dell’Eccellenza, il 25 novembre, nel turno infrasettimanale la Vigor Lamezia dovrà ospitare la Reggiomediterranea, il Sambiase andare in casa del Gallico Catona, e la domenica successiva biancoverdi di scena sul campo del Boca Melito, giallorossi in casa contro la Palmese.

Alle incognite Covid-19 si potrebbe aggiungere poi anche la questione meteorologica andando incontro all’inverno: non di rado nelle stagioni passate per allerta meteo, maltempo o impraticabilità del campo (con il passare degli anni sono però sempre meno i campi non in sintetico o con drenaggio inadeguato) più di una gara è saltata.

Tradizionalmente poi il girone di ritorno, che dovrebbe iniziare il 17 gennaio, si rivela quasi un secondo torneo parallelo tra calciomercato, progetti ridimensionati o forma fisica altalenante (e la preparazione al campionato 2020/21 è stata atipica per tutte le squadre rispetto al passato). Un mese di calcio giocato non era preventivato, e verosimilmente sarà un’altra variabile in più.

Attualmente delle due sponde calcistiche lametine quella più avanti in classifica è la giallorossa, seconda a 13 punti rincorrendo la capolista Locri a 15, dovendo però ancora osservare il turno di riposo già effettuato da Zampaglione e compagni.

I biancoverdi stazionano a metà classifica con 7 punti ma anche una gara da recuperare, avendo però tutti gli scontri diretti con squadre ostiche (Locri, Scalea, Reggiomediterranea, Sambiase) in casa nel girone d’andata e avendo anche già archiviato il turno contro il Corigliano ritiratosi dal campionato.