Nessuna risposta dal Comune sul sopralluogo con i tecnici federali, il Pattinaggio Lamezia trasloca a Catanzaro

Toccherà all'attuale terna commissariale affrontare la questione impianti sportivi, con gestioni in scadenza

Più informazioni su

Se non si ha ancora contezza di quando si voterà nelle 4 sezioni annullate dal Tar Calabria, toccherà all’attuale terna commissariale affrontare la questione impianti sportivi, visto che le attuali gestioni scadranno a fine gennaio e non c’è alcun bando per la nuova gestione né ufficialmente aggiornamento delle tariffe.

In questo ambito torna l’Asd Pattinaggio Lamezia lamentando che «sono trascorsi quasi 4 mesi dall’inizio di questa assurda vicenda e più di un mese dalla riunione fatta in Comune in cui ci si accordava per effettuare un sopralluogo al palazzetto dello sport per verificare l’idoneità della pavimentazione con l’ingegnere Esposito e l’ingegnere esperto del settore federale, Francesca Ieracitano. Il Presidente regionale della FISR, Marisa Lanucara, ha subito inviato al Comune, via PEC, la nomina dell’ingegnere esperto (così come da accordi) non ricevendo mai risposta».

Si contesta che «oltre al non aver mai risposto nei termini previsti, emerge una totale indifferenza nei confronti di una realtà sportiva che ha sempre dato e continua a dare lustro alla nostra città (più di 100 atleti tesserati, moltissimi titoli a livello nazionale ed internazionale)».

Reputando che «è sempre la solita storia, ognuno scarica la responsabilità sull’altro , ma nessuno fa niente», si spiega che «nel frattempo saremo costretti per l’ennesima volta a fare richieste per il palazzetto di Catanzaro».

Più informazioni su