Quantcast

La Basilicata rifiuta il girone insieme alla Calabria, ripartenza in Eccellenza legata ad ipotesi deroghe dalla Figc

Le 5 formazioni lucane non accettano di disputare un campionato con le 8 calabresi

Più informazioni su

    Non raggiunta la quota di almeno 10 squadre calabresi iscritte, la ripartenza dell’Eccellenza è nelle mani della Figc che riceverà dalla Lnd le adesioni e i format dei vari Comitati regionali che oggi hanno dato una risposta in merito.

    Saltata però ufficialmente la proposta del girone calabro-lucano, con il presidente della Comitato Regionale della Lnd Basilicata, su delega delle 5 società favorevoli alla ripresa del campionato, che ha scritto una missiva comunicando la propria decisione.

    «Abbiamo fatto una riunione in remoto con le società che avevano dato la propria disponibilità alla ripresa della stagione agonistica– afferma Piero Rinaldi- ad esse è stata anche avanzata, come proposto dalla Figc nel caso non ci fossero state 10 adesioni nella stessa regione, di partecipare ad un campionato con squadre di una regione limitrofa per arrivare al minimo di squadre fissato. In questo caso la Calabria visto che sia la Campania sia la Puglia avevano già superato il numero minimo di adesioni per la ripresa del campionato di Eccellenza. Le nostre società non hanno accettato questa opzione ed hanno confermato la volontà di riprendere a giocare solo nel campionato di Eccellenza lucana. Volontà che è stata formalizzata nella lettera che abbiamo inviato alla Lnd che informerà la Figc».

    «La speranza è che quest’ultima possa concedere una deroga visto che non è solo la Basilicata a non aver raggiunto il mimino di 10 squadre utili per la ripresa. Il nostro impegno per salvare la stagione è stato massimo e abbiamo cercato fino all’ultimo di trovare una soluzione positiva. Adesso è tutto nelle mani della Figc» conclude Rinaldi.

    Nessuna comunicazione ufficiale invece dall’omologo calabrese, Mirarchi, con la palla nella metà campo romana a decidere si auspica in poco tempo.

    Più informazioni su