Quantcast

“Piazze come Locri, Lamezia, Sambiase e lo stesso Sersale con il pubblico presente avrebbero una spinta in più”

Sul cammino di Vigor Lamezia e Sambiase nella ripartenza di Eccellenza ci sarà anche il tecnico lametino Giuseppe Saladino alla guida del Sersale

Più informazioni su

    Sul cammino di Vigor Lamezia e Sambiase nella ripartenza di Eccellenza ci sarà anche il tecnico lametino Giuseppe Saladino, che sulle due sponde calcistiche della piana ha avuto anche incarichi tecnici, ora chiamato a guidare il Sersale dopo l’esperienza precedente di Soriano.

    L’allenatore della compagine dei presidenti Ettore Gallo e Giuseppe Schipani ha risposto così ad alcune domande in vista della ripresa del torneo fissata per l’11 aprile.

    Da 8 a 10 partite distribuite in 3 mesi, dopo 4 di stop, con circa 3 settimane di preparazione atletica e tattica. Si cercherà di lavorare sul medio periodo, visto che decisive saranno 3 partite a giugno?

    Si, si lavora come se fossimo settimane tipo, anche perché nei mesi della sosta forzata abbiamo dato dei programmi di lavoro che i ragazzi hanno svolto.

    Si parte in 8, un solo obiettivo stagionale. Partono tutte davvero allo stesso livello?

    Si parte tutte alla pari, poi il campo sarà sovrano. Noi affronteremo questo piccolo campionato cercando di non fare brutta figura, valorizzando i numerosi giovani presenti.

    Esordio stagionale nuovamente in casa contro la Vigor, e quella prima gara fu chiusa in circa 50 minuti. Può contare nuovamente l’incognita esordio anche per il cambio radicale biancoverde?

    Secondo me ci è capitata la squadra più difficile, so che rinforzeranno una squadra che era già molto forte, non sarà la stessa partita dell’andata ma avranno rispetto della squadra che affronteranno.

    Il fattore campo, senza pubblico, perde un po’ di importanza?

    Io sono dell’idea che il fattore campo sia saltato senza il pubblico. Piazze come Locri, Lamezia, Sambiase e lo stesso Sersale con il pubblico presente avrebbero una spinta in più.

    Il protocollo covid adeguato agli standard di serie D quanto cambia la routine rispetto al precedente?

    Noi già prima dello stop ci eravamo adeguati a questo tipo di protocollo, facendo tanta prevenzione. Per noi cambia poco.

    Mercato che chiuderà il 15 aprile, dopo le ufficialità del centrocampista centrale anno 2000 Francesco Comito dall’Isola Capo Rizzuto, dell’esterno offensivo 2003 Paolo Schirripa dalla Promosport, ed il ritorno del bomber Russo sempre dalla compagine biancoblu lametina, sarà più di riparazione o ricostruzione e quanto cambierà per il modo di giocare del Sersale?

    Avevamo bisogno di un attaccate per rimpiazzare la partenza di Musso, che bene aveva fatto all’inizio. La società ci ha regalato Antonio Russo, attaccante che conosce bene la categoria, in più arriverà qualche under per rinforzare i parco già molto promettente.

    Più informazioni su