Quantcast

“Abbiamo la nostra identità di squadra e non ci snatureremo, speriamo che i nuovi acquisti si integrino al più presto”

Le impressioni di mister Danilo Fanello dopo le prime sedute settimanali in casa Sambiase

Più informazioni su

Anche in casa Sambiase ufficialmente sono ripresi gli allenamenti in vista della ripresa del campionato di Eccellenza dopo il lungo stop dovuto alla pandemia, con una nuova formula ma con la compagine giallorossa del presidente Fazio che, anche alla luce del mercato, si candida ad una delle pretendenti per essere protagonista verso la serie D.

Queste le impressioni di mister Danilo Fanello dopo le prime sedute settimanali.

Tutti in campo per almeno 8 gare, fino ad un massimo di 10, in 3 mesi, dopo 4 mesi di stop, con circa 3 settimane di preparazione atletica e tattica dopo un programma rivisitato rispetto al solito già dopo l’estate. C’è un maggiore rischio infortuni o di partenze più lente per essere al top a giugno?

Sicuramente è un qualcosa di anomalo ripartire dopo una pausa così lunga, come staff non crediamo alla tesi secondo la quale la squadra possa partire in sordina per arrivare più brillante dopo. Lavoriamo per essere pronti domenica dopo domenica.

Ai nastri di partenza in 8, un solo obiettivo stagionale. Con un mercato aperto fino al 15 aprile ed una lista di giocatori più ampia si avranno rose più equilibrate e qualitativamente migliori? 

Il mercato è stato prorogato per permettere anche ai giocatori tesserati con le squadre che hanno deciso di non giocare di trovare squadra. È facilmente intuibile che partecipando per un solo obiettivo tutte e 8 le squadre saranno complete per giocarsi la possibilità di arrivare in serie D

Il fattore campo, senza pubblico, perde un po’ di importanza, anche per chi come il Sambiase era abituato ad avere rumorosi supporters in tribuna? 

L’assenza del pubblico è un vero e proprio colpo al cuore per gli amanti dello sport in generale, Sambiase ha sempre avuto un nutrito seguito di tifosi che sono sicuro non faranno mancare nonostante tutto il loro apporto. Giocare in casa o fuori casa, senza il sostegno del pubblico, a questo punto non credo cambi molto

Il protocollo Covid è stato adeguato agli standard di serie D, influisce molto nel preparare e disputare le gare?

Per ripartire era necessario attivare un protocollo sanitario adeguato al difficile momento storico che stiamo vivendo. Sarà importante tenere lontano dal gruppo squadra questo maledetto virus, ed è per questo motivo che ognuno di noi deve essere molto più responsabile del solito.

Mercato che chiuderà il 15 aprile, la società ha effettuato interventi in ogni reparto, dando anche maggiori rotazioni. Si ripartirà dalla stessa impostazione data fino ad ottobre, o le diverse caratteristiche dei ricambi in attacco faranno mutare qualcosa?

Abbiamo la nostra identità di squadra e sicuramente non ci snatureremo, dobbiamo sperare che i nuovi acquisti si integrino al più presto, in modo tale da offrire il loro contributo il prima possibile.

Più informazioni su