Quantcast

Il Pattinaggio Lamezia chiede di usare il Palasparti, il Comune richiede 8.000 euro per eventuali danni al parquet

Sollecitato un deposito cauzionale, o una polizza fidejussoria del medesimo importo

Più informazioni su

Continuano i problemi tra l’associazione sportiva Pattinaggio Lamezia ed il Comune di Lamezia Terme per avere la possibilità di usufruire del Palasparti, dopo che la società sportiva in precedenza aveva dovuto trovare accoglienza a Catanzaro per alcune proprie attività.

«Dopo l’ ultimo incontro in Comune, all’esito del quale sembrava risolta la problematica del Palasparti, siamo ancora una volta qui a denunciare l’ostruzionismo da parte dell’Amministrazione Comunale che, di fatto, ci nega l’accesso all’unica struttura comunale idonea allo svolgimento della nostra disciplina sportiva» spiega l’associazione sportiva.

«Con comunicazione dell’8 marzo 2021, il Comune di Lamezia Terme “concedeva” l’utilizzo del Palasparti alla nostra Associazione non prima di aver effettuato un deposito cauzionale di 8000 euro, o acceso una polizza fidejussoria del medesimo importo», richiesta ritenuta dalla società di pattinaggio «a dir poco paradossale, è altresì illegittima, in quanto non prevista dal regolamento comunale per la concessione degli impianti sportivi attualmente in vigore».

Il diniego dell’uso al pattinaggio fa emergere il pericolo chiusura per il Palasparti per impraticabilità del parquet

Nodo del contendere è ancora la tenuta del parquet, attualmente usato dai campionati di pallavolo, basket e calcio a 5 (in tutto 5 prime squadre tra maschile e femminile), e che già in commissione consiliare era stato riportato come problema da risolvere al pari della riapertura di altri impianti al chiuso come polivante Gagliardi, Palagatti e Palasavutano.

Attualmente per l’impianto di via Marconi si è in attesa dei risultati del bando nazionale “sport e periferie”, al quale si è partecipato chiedendo i finanziamenti necessari per i miglioramenti energetici ed anche strutturali, mentre sulla situazione del costruendo palasport di via del Progresso da via Perugini si è fermi agli ultimi correttivi di febbraio quando l’opera doveva essere consegnata.

Correttivi per i capitoli di spesa del nuovo palasport in via del Progresso, entro fine anno l’obbligo di avviarlo

Più informazioni su