Quantcast

Chiude con una bella e larga vittoria la stagione l’Ecosistem Lamezia, Palermo battuto 11-4

Andrea Deodato chiude a quota 21 le marcature personali

Più informazioni su

ECOSISTEM LAMEZIASOCCER -CITTA’ DI PALERMO 11-4

Marcatori: 1T 03’04” Montevago  03’57” M. Torcivia 04’43” Morelli 06’13” De Masi 06’30” Mantuano 12’23” Deodato 14’30” Lo Nigro 129’37” Mantuano  2T 04’54” Deodato 08’05” De Fazio 08’33” De Lisi 09’04” Mantuano 16’ 19” Torcivia M. (aut) 17’33” Giampà 19’35” Deodato

ECOSISTEM: Sperlì, Deodato, Scervino, De Masi, Mastellone, Dara, De Fazio, Morelli, Giampà, Mantuano, Longo. Allenatore: Bebo Carrozza

CITTA’ DI PALERMO: Mazzola, Spostito An., Montevago, Torcivia M., Torcivia G., Aragona, Lo Nigro, De Lisi, Sposito Al., Accetta. Allenatore: Cappello

ARBITRI: Manuele Terracciani di Napoli ed Emilio Viviani di Nocera Inferiore
Cronomestrista: Antonio Mandaradoni di Vibo Valentia

Chiude con una bella e larga vittoria la stagione la formazione orange mettendo in mostra i suoi gioiellini che vanno ripetutamente a segno senza timori reverenziali.

Due squadre che non avevano molto da chiedere più alla classifica, hanno dato vita ad un vero e proprio festival del gol, con le giovani panterine che hanno messo in mostra un repertorio di grande qualità. Giocate che hanno fatto venire ancora di più il magone per la mancata disputa del campionato juniores dove avrebbero potuto affinare e prendere più consapevolezza dei propri mezzi.

Una gara affrontata con la mente libera e, forse, anche con un po’ leggerezza all’inizio. Infatti, le prime 2 reti degli ospiti, sono stati 2 autentici regali causati dell’ingenuità dei giovani lametini che a quel punto hanno capito che si faceva sul serio e non ci si doveva più distrarre e mettere in campo di più senza paura. È iniziato così lo show dei lametini che, sotto la guida di capitan Morelli che rompeva il ghiaccio, si scatenavano con una serie di giocate non solo singole ma di squadra che deliziavano i dirigenti presenti alla gara, nonché chi seguiva in diretta su facebook.

Gol a raffica e giocate di grande qualità a cui il Palermo rispondeva ma gli attacchi dei rosanero erano chiusi dal muro difensivo orange e quando si riusciva ad andare al tiro questi risultavano spesso imprecisi e neutralizzati da Mastellone.

Una chiusura di campionato in linea con la scelta di inizio anno di trovare spazio con le giovani promesse ed oggi, altri due hanno calcato il palcoscenico della serie B: il classe 2002 De Fazio che ha trovato il gol finalizzando una giocata collettiva, e l’ancora più giovane Matteo Dara, classe 2004, che in porta se l’è cavata alla grande, nella parte finale della gara sostituendo l’altro giovane Mastellone, con tre buoni interventi.

il gol finale, che fissava il punteggio sul 11-4, era messo a segno da Andrea Deodato che chiude così a quota 21 le marcature personali (superato Scervino a quota 20, oggi assente) aprendo (suo il primo gol stagionale) e chiudendo la stagione Orange.

Più informazioni su