Quantcast

Arriva la prima sconfitta stagionale per la Raffaele Lamezia che dopo 2 ore e 30 minuti cede il passo alla Pharmap Saber Palermo

I lametini domenica al PalaSparti avranno tutte le possibilità di ribaltare il risultato.

Più informazioni su

PHARMAP SABER PALERMO – RAFFAELE LAMEZIA 3-2 (21-25 25-21 18-25 25-21 15-8)

PHARMAP SABER PALERMO: Marretta, Grussner, Banaouas, Atria, D’Andrea, Blanco, Costanzo, Lombardo, Sutera (L), Ferro, Russo, Bonanno, Libertà, Laudicina (L2). All. Ferro, Cipolla.

RAFFAELE LAMEZIA: Piedipalumbo, Palmeri, Garofalo, Graziano, Paradiso, Citriniti, Sacco (L), Leone, Rizzo, Porfida, Mancuso, Chirumbolo, Davoli (L2). All. Torchia.

Arriva la prima sconfitta stagionale per la Raffaele Lamezia che dopo 2 ore e 30 minuti cede il passo alla Pharmap Saber Palermo nella sfida di andata verso la serie A3.

Prestazione altalenante per i gialloblu che dominano il primo e il terzo set, sprecando nel quarto set la possibilità di espugnare il Palaoreto, anche a causa di due cartellini rossi ai danni di Sacco e Garofalo.

I siciliani, notevolmente rinforzati per questi playoff, hanno fatto la loro partita, dimostrando solidità e cinismo nei momenti fondamentali del match, elementi che hanno poi permesso di portare la vittoria a casa.

I lametini domenica al PalaSparti avranno tutte le possibilità di ribaltare il risultato.

Secondo l’allenatore gialloblu, Salvatore Torchia, «esaltiamo la prestazione della squadra che, in un ambiente e in un campo molto difficile, contro una squadra attrezzata per un salto di categoria, ha lottato per oltre due ore e mezza buttando molto alto il cuore oltre l’ostacolo in una partita maschia, molto fisica, che si è decisa per degli episodi. C’è un po’ di rammarico perché il quarto set è stato deciso da “circostanze”  sfortunate, probabilmente c’era voglia di tirare fuori dei cartellini rossi. Questo ha penalizzato oltre modo la Raffaele che però non si dà per vinta e anzi preannuncia battaglia sportiva nella gara di ritorno».

 

Più informazioni su