Quantcast

Completati i lavori strutturali, affidata anche la messa in posa del parquet per il nuovo palasport

Per vincoli normativi entro fine anno dovrebbe essere dato in gestione ed avviato, ma non c'è ancora un piano tariffario e un bando.

Più informazioni su

Sarebbe dovuto essere completato entro febbraio, ma mancando un’amministrazione comunale eletta in carica, per la sospensione ancora vigente dalla sentenza del Tar, le eventuali novità in merito al nuovo palasport di via del Progresso arrivano da atti pubblicati sull’albo pretorio.

Tra Covid-19 e problemi nella fornitura elettrica slitta a febbraio la consegna del nuovo palasport

Il 7 aprile è stato sottoscritto il verbale «di accertamento di avvenuta esecuzione dei lavori di piccola entità di cui al certificato di ultimazione dei lavori del 5 febbraio», ed il 30 aprile l’Impresa Ferraro SpA ha «consegnato la documentazione degli impianti elettrici e termoidraulici comprensiva di tutte le certificazioni di conformità degli stessi», si legge nella determina con la quale si decide di «approvare l’undicesimo stato di avanzamento dei lavori di Realizzazione Palazzetto dello Sport per lavori eseguiti a tutto il 30/04/2021, redatto dal direttore dei lavori e sottoscritto con riserve dall’appaltatore, riserve rigettate ulteriormente per come iscritte nel primo SAL dal direttore dei Lavori e dal RUP con nota prot. N 39791 del 17/06/2016, dell’importo di 9.188.995,08 euro al netto del ribasso d’asta del 7,206% e della trattenuta di 30.000 euro per impossibilità verifica impianti, a causa mancata disponibilità della fornitura di energia elettrica in MT, e comprensivo di oneri di sicurezza».

L’ALLESTIMENTO INTERNO

Palazzetto quindi pronto all’uso? Non ancora, poiché a 9 anni dall’approvazione del progetto preliminare tra vicende burocratiche, cambi di responsabili, elezioni e commissariamenti, una pandemia, carenza di personale, concluso il contenitore bisogna approntare il contenuto.

Il 2 febbraio il quadro economico del progetto esecutivo era stato rimodulato per «necessita’ di allaccio alla Pubblica Fornitura Elettrica, per poter addivenire alla fornitura degli arredi (compreso parquet), implementando le somme previste nel quadro economico perche’ rivelatisi insufficienti», essendo previsti all’interno del quadro economico di progetto per “Forniture arredi” 368.998,14 euro sia per la fornitura degli arredi sportivi che della posa in opera di pavimentazione sportiva (parquet).

Per non allungare ulteriormente i tempi si è deciso di procedere tramite Mepa direttamente con la ditta che già stava curando il cantiere, ma se l’offerta per l’installazione del solo parquet da parte della Ferraro da 138.096,11 euro era giunta il 14 gennaio, l’accettazione della stessa in via Perugini è stata approvata oggi.

Non essendoci un tavolo di confronto in atto, mancando anche una consulta dello sport insediata nelle ultime amministrazioni comunali, non è noto se ci sia stata una concertazione con le associazioni sportive attive in campo indoor, e le varie vicende relative al Palasparti ed altre strutture al chiuso denotato come il campo di dibattito sarebbe ampio.

Per vincoli normativi entro fine anno il palasport dovrebbe essere dato in gestione ed avviato, ma come per gli altri impianti sportivi le cui convenzioni scadono a fine 2021 non c’è ancora un piano tariffario approvato su cui redigere poi il relativo bando.

Più informazioni su