Quantcast

Colori sociali diversi, al momento differente categoria, ma situazione societaria “in stallo” in comune per Sambiase e Vigor Lamezia

Giallorossi e biancoverdi alle prese con incastri societari da risolvere entro giovedì

Colori sociali diversi, al momento differente categoria, ma situazione societaria “in stallo” in comune per Sambiase e Vigor Lamezia, con la scadenza delle iscrizioni ai campionati di serie D ed Eccellenza fissata a giovedì.

Le due sedi, quella del “Gianni Renda” e del “Guido D’Ippolito”, in linea d’area distano circa 2 km, poco meno del doppio seguendo la strada da percorrere, ma è altrove che in queste settimane si è discusso e dibattuto sul presente e futuro societario. Per certi versi anche con un forte dejavu di quanto vissuto la scorsa estate.

L’INCERTEZZA GIALLOROSSA

Il 30 giugno il presidente Fazio lasciava l’incarico di massimo dirigente del Sambiase, ricoperto dal 3 novembre precedente dopo l’ingresso nella società ufficializzata il 30 luglio 2020.

L’11 luglio è stata annunciata come in fase di definizione la nuova forma societaria, anticipando anche l’ingresso di una donna, ma passata una settimana dal Club delle Due Torri non è arrivata alcuna comunicazione ufficiale.

Una donna nel nuovo asset societario del Sambiase Lamezia 1923

Gli incontri e le discussioni non sono mancati, ed anzi anche se non ufficialmente una bozza di organigramma era stata delineata, ma una brusca frenata nelle ultime ore sarebbe arrivata alla ripartenza, tra dubbi e timori sull’impegno organizzativo ed economico da mettere in campo per iscriversi ed onorare il campionato di Serie D. Qualcuno potrebbe aver ritirato la propria adesione e supporto, il tutto a circa 4 giorni però dal termine ultimo per presentare ogni documento necessario per l’iscrizione online.

IL SILENZIO BIANCOVERDE

Situazione non molto più chiara è quella della Vigor Lamezia. Il 7 luglio il presidente Felice Saladini ribadiva il suo impegno per la causa, chiedendo un nuovo credito di fiducia alla città, ma in questo caso il “silenzio stampa” in atto più che a problemi organizzativi interni (l’organigramma sul sito online vede un presidente ed un vice, oltre alle varie altre figure tecniche ed organizzative, che non hanno però responsabilità economiche) dipenderebbe dalle sfortune di altre piazze: dopo non essere saliti sul campo, non si rifiuterebbe una serie D da ammessi in un secondo momento sperando che da Roma arrivino indicazioni positive in tal senso (né Roccella né Marina di Ragusa, compagini che hanno chiuso da ultime in graduatoria il girone I, hanno sfruttato l’occasione loro concessa di presentare domanda di ripescaggio).

Felice Saladini si “conferma” alla guida della Vigor Lamezia chiedendo fiducia nel progetto

L’attuale regolamento non agevola lo spostamento di titoli a distanze maggiori di 20 km (escludendo quindi in tal senso interessamenti per compagini attualmente in crisi come San Luca e Castrovillari, che insieme a Cittanovese e Rende completavano l’elenco di calabresi in serie D), e per tale ragione da un fronte calcistico lametino si sta guardando con interesse all’evolversi della situazione della sponda opposta (con anche richieste di informazioni e tentativi di approcci), fermo restando che entro il 22 luglio bisogna iscriversi ai campionati di competenza (tra Calabria, Sicilia e Campania in serie D ed Eccellenza diverse società sono in crisi e a rischio iscrizione) ed entro il 26 si dovranno depositare i cambi di sede e denominazione. A fine mese è attesa poi la sentenza della giustizia sportiva contro alcune società siciliane di serie D, altra variabile su chi realmente potrà scendere in campo in interregionale da dopo l’estate.

LA STAGIONE AGONISTICA

Il tempo per costruire le squadre dopo la definizione dei vari gironi sarà inoltre poco, con i ritiri da iniziare entro qualche settimana, e tra staff tecnici e giocatori non sono in pochi quindi a voler uscire dal limbo dell’attuale situazione.

Ad inizio mese la Figc, con il comunicato ufficiale 7/A, aveva ufficializzato le date della prossima stagione di Serie D, Juniores Nazionale e Coppa Italia Dilettanti.

Il campionato nazionale di Serie D inizierà il 19 settembre 2021 e terminerà a maggio 2022. Come deciso dalla LND, dal 25 luglio le partite inizieranno alle 16, dal 5 settembre alle 15.30, dal 31 ottobre alle 14.30, dal 23 gennaio alle 15, dal 27 marzo alle 16, dal 17 aprile alle 16.30.

Il campionato di Juniores Nazionale inizierà il 2 ottobre 2021 e terminerà ad aprile 2022. La fase nazionale comincerà l’11 maggio 2022 con la finale in programma l’11 giugno 2022.