Quantcast

“Ci sono avversari tradizionalmente più forti ma noi vogliano vendere cara la pelle e dire la nostra”

Iniziata l’esperienza delle Final-Four per l'under 20 dell’Ecosistem Lameziasoccer a Lignano Sabbiadoro.

Più informazioni su

Iniziata l’esperienza delle Final-Four per l’Ecosistem Lameziasoccer a Lignano Sabbiadoro.

La formazione lametina andrà a giocarsi il titolo tricolore, insieme a Terracina, Lazio e Viareggio, nell’appuntamento che nella cittadina friulana vedrà assegnare i titoli maschili, assoluto ed Under 20.

Una vera festa del Beach Soccer italiano organizzata dalla LND – Dipartimento BS che avrà la collaborazione dell’ Associazione Onlus Italia SporT21 FVG che si occupa di aiutare i bambini con la Sindrome di Down. Grazie a questa collaborazione per la prima volta ci saranno anche gli atleti paralimpici che, oltre alle loro gare al palazzetto di Bella Italia EFA Village, condivideranno le basi del beach soccer insieme ai campioni presenti alle finali

Sulla sabbia della Beach Arena, all’interno della Bella Italia Efa Village, le squadre si daranno battaglia senza esclusione di colpi, sportivamente parlando, per iscrivere il proprio nome sull’Albo d’Oro. Per farlo c’è bisogno di alzare l’asticella rispetto alla fase di qualificazione e dare un qualcosa in più.

Mister Bebo Carrozza ha studiato bene gli avversari ma, soprattutto, i propri ragazzi per cercare di eliminare vizi e migliorare virtù: «sono soddisfatto perché questa fase di preparazione è andata bene, abbiamo cercato di capire gli errori fatti nella prima fase lavorando più a fondo sulle nostre mancanze e, soprattutto, abbiamo cercato di entrare sempre più in questo bellissimo sport».

«Le nostre aspettative – continua il mister – sono quelle di fare bene. Onestamente ci sono avversari tradizionalmente più forti ma noi vogliano vendere cara la pelle e dire la nostra. Rispetto agli altri abbiamo iniziato in ritardo la nostra avventura nel beach ma chiaramente, così com’è la mentalità della società, rispetto per tutti paura di nessuno per cui, consapevoli di aver vinto il girone, andiamo a giocarci le nostre chances».

Le panterine orange a Lignano avranno il supporto di tutta la dirigenza lametina ad eccezione del Presidente, Francesco Manfredi, che aveva precedentemente preso impegni improcastinabili, non immaginando un’attività estiva ed un epilogo così esaltante per la propria formazione. «Mi auguro che l’impresa, vista la mia assenza, porti oltre ogni aspettativa», spiega il massimo dirigente, «già essere arrivati a Lignano è stata una vittoria, ora però mi aspetto qualcosa di più da un gruppo che finora è stato meraviglioso».

Più informazioni su