Quantcast

Da ipotesi squadra unica a 5 squadre diverse sulle 3 di partenza nei 2 mesi estivi calcistici lametini

Attese oltre una dozzina di società ad alternarsi sui campi cittadini pubblici e privati tra prime squadre e giovanili

Più informazioni su

Ad inizio luglio da 3 squadre si doveva passare ad un’unica realtà, circa due mesi dopo le compagini sono diventate 5: Fc Lamezia Terme in serie D, Vigor Lamezia nell’under 19 regionale rinunciando all’Eccellenza, Promosport in Promozione, Sambiase e Vigor 1919 in Prima Categoria.

Tra cambi dei quadri societari e di denominazione, trattative pubbliche e private, ripensamenti, strategie, esposizioni mediatiche, lamentele social, l’estate lametina in ambito calcistico continua ad essere quanto meno calda, ma in fase di stabilizzazione.

In Seconda Categoria la città della piana dovrebbe essere rappresentata dai Biancoverdi Raffaele Spa e Psg Calabria, in Terza ci sarebbe l’Excalibur Compr Fronti oltre ad eventuali nuove affiliazioni, ed in più le compagini che effettuano il solo settore giovanile, con quindi oltre una dozzina di società ad alternarsi sui campi cittadini pubblici e privati.

Dalle intenzioni di inizio luglio di Felice Saladini (unica squadra in serie D, 3 settori giovanili con i colori sociali di Vigor Lamezia, Sambiase, Promosport), a fine agosto la realtà vede ulteriormente frammentato il quadro cittadino con rimescolamento delle forze economiche e organizzative, passaggi di titoli, ed anche il passo indietro di chi inizialmente aveva promesso un proprio impegno ma solo in caso di effettiva unità di sforzi su un solo soggetto.

Premesse che non escludono che così, a seconda dei risultati, qualcosa e qualcuno si possa perdere per strada e non ripresentarsi ai nastri di partenza dei campionati 2022/2023. Diviso è anche il fronte delle tifoserie, anche sotto la scelta degli stessi colori sociali, ma gli spalti pure nell’attuale zona bianca non potranno essere riempiti oltre il 50% della capienza degli impianti.

Inoltre se la serie D è tutelata come campionato di interesse nazionale, quindi dovrebbe andare avanti anche in caso di nuove restrizioni dovute al Covid, ciò non è garantito dalla Promozione in giù, le cui stagioni infatti si erano fermate dopo poche giornate o non erano partite del tutto lo scorso autunno.

Tra poche settimane tutta la fase di “mercatosocietario” sarà però già alle spalle, con settembre che vedrà iniziare le gare ufficiali tra campionato e Coppa, e quindi ognuno andrà per la propria strada. Fino alla polemica successiva (vedi modalità dell’uso degli impianti di gioco, con Fronti e Provenzano attualmente ancora non usufruibili).

Più informazioni su