Quantcast

Due vittorie su tre compagini lametine scese in campo questo pomeriggio per la seconda giornata di Coppa Italia dilettanti

Sorridono Promosport ed Atletico Maida, seconda sconfitta per la Garibaldina

Due vittorie su tre compagini lametine scese in campo questo pomeriggio per la seconda giornata di Coppa Italia dilettanti.

Perde anche in casa dell’Amantea la Garibaldina, sconfitta 2-0 al “Rocco Riga” (in rete Pellegrino e Del Popolo), con domenica scontro diretto tra Sersale ed Amantea per il passaggio del turno (compagine di mister Saladino avanti per la miglior differenza reti).

Riscatta invece la sconfitta di domenica la Promosport, che batte a domicilio 4-1 il Campora (di Perri il gol della bandiera per i padroni di casa, per i giocatori di mister Morelli doppietta di Percia Montani, singoli centri di Mercurio e Colosimo su rigore), ma domenica al Soriano contro il Campora anche un pareggio potrebbe essere utile per passare il turno.

NSD Promosport: Mercuri, Villella (Gagliardi M 36’ st), Schirripa (De Fazio 31’st), Melina, Mascaro, Porpora (Perri 27’st), De Martino, Lorecchio, Percia Montani (Riccelli), Colosimo, Mercurio (Gagliardi G 30’st). A disp: Pagano, Bruno, Scozzafava, Corigliano, Russo. All: Morelli.

AGS Campora: Perri, Camara, Costanzo, Sidoti, De Luca (De Pantis), Pierri, Gentile, De Cicco (Chiarello 27’st), Vizza, Altomare (Mandarano 57’st), Fuoco. A disp: Curcio, Guzzo, Pierri G, Sicoli. All. Zappa

Non si fa attendere la risposta della Nsd Promosport, che nel turno di Coppa Italia con la A.C.D Campora, si impone con un’ottima prestazione per 4-1.

Sin dal fischio d’inizio, i ragazzi di mister Morelli gestiscono bene la partita, cercando di giocare palla a terra, nonostante il campo non fosse nelle condizioni ottimali, essendo in terra battuta. Dopo soli 7’ con un’azione manovrata da dietro e finalizzata con un bel uno due con Colosimo, Percia Montani sigla la rete dell’1-0.

I ritmi sono intensi e la squadra bianco azzurra riesce a trovare gli innesti giusti per mantenere il vantaggio, tant’è che il raddoppio non tarda ad arrivare: Melina con un’incursione serve la palla in profondità a Villella che con un forte tiro indirizza la palla sulla linea della porta avversaria, permettendo a Mercurio di firmare il goal del 2-0.

Nel secondo parziale, arriva il tris per i biancoazzurri con un’abile giocata di Percia Montani che supera l’uomo con un pallonetto e con una semi rovesciata, da manuale, indirizza la palla all’incrocio dei pali. La Promosport, nonostante il vantaggio è inarrestabile, Colosimo rende propizio un calcio di rigore e trascina i compagni al 4-0. Dopo numerose occasioni per allungare ulteriormente il risultato con Mercurio, Colosimo e Villella, la ACD Campora, approfitta di un calo d’attenzione per realizzare, su un rimpallo, l’unica rete della giornata.

Un’ottima prestazione per i ragazzi di mister Morelli che non basta, però, a garantire il passaggio del turno, infatti è necessario che nella terza giornata del mini-girone, il Campora si imponga con il Soriano.

Al termine della partita abbiamo il giovane centrocampista Domenico Melina ha dichiarato: «quella di oggi si prospettava una partita molto difficile perché venivamo da una sconfitta e, soprattutto, da una brutta prestazione, quindi ovviamente domenica abbiamo accusato il colpo. Oggi, però, abbiamo dimostrato di essere una squadra compatta, dando prova del nostro valore. La strada è quella giusta, tuttavia dobbiamo rimanere con i piedi per terra, perché siamo ancora all’inizio della stagione, per cui dobbiamo continuare a lavorare a testa bassa per raggiungere gli obiettivi prefissati. Ringrazio il mister per la fiducia che ha dimostrato nei miei confronti, dandomi la possibilità di mettermi in gioco in una partita in cui era fondamentale riscattarci».

Sul sintetico di Pianopoli vittoria in rimonta per l’Atletico Maida contro il Caraffa: Tropea porta avanti i giallorossi, Passafaro sigla il pareggio ed uno sfortunato autogol di Gatto porta in vantaggio gli ospiti. Ci pensa così nella ripresa Martinez con una doppietta (di cui il secondo gol con una pregevole punizione dalla distanza) a far nuovamente festeggiare i padroni di casa.

Il 3-2 finale permette così ai giallorossi di giocarsi il passaggio del turno domenica sul campo della Stilomonasterace.

ATLETICO MAIDA – CARAFFA 3- 2

MARCATORI : 10’ pt.Tropea, 26’pt Passafaro, 40’pt Gatto( autorete), 11’ st Martinez, 33’ st Martinez.

ATL. MAIDA : Baratta, Gatto (6’ st Torchia), Fratria, Morelli, Carchedi, Grande, Comito (1’ st Torquassio), Decio (10’ st Curcio), Vescio ( 38’ st Vennera), Martinez, Tropea (6’ st Buffa). All. Alessandro Pino

CARAFFA: Aversa, Marino, Riccelli, Commisso, Cerminara, Scalzo, Silvano, Calabretta (31’ st Fava), Passafaro (21’ st Iannone), Benincasa (26’ st Vasile), Colacino (12’ st Campagna). All. Paonessa

ARBITRO: Fede di Rossano.

NOTE: Ammoniti Grande, Cerminara, Campagna. Espulso al 46’ st Curcio per proteste. Angoli 5-6. Recupero: pt. 2’, st. 4’.

PRIMO TEMPO
10’ Maida subito in vantaggio su una azione condotta dalla sinistra da Fratia e concretizzata da un bel gol di Tropea

14’ ancora inserimento di Fratria in area, ma il suo tiro è impreciso

20’ primo pericolo per i padroni di casa. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo il portiere Baratta respinge un tiro di Silvano

26’ arriva il pari ospite. Allungo sulla sinistra per Passafaro, che dalla lunga distanza lascia partire un grossa bordata che si insacca imparabilmente

30’ buona occasione per l’Atletico che con Martinez colpisce la traversa, poi sulla ribattuta Vescio manca il tap in

40’ sfortunato autorete di Gatto che, per contendere il pallone di testa ad un avversario, lo colpisce con la nuca , mettendo fuori causa il proprio portiere.

SECONDO TEMPO

3’ buona occasione per l’Atletico propiziata dal soilito Martinez che allunga per Vescio, si libera in area di un avversario ma il suo tiro è debole ed è facile preda di Aversa.

11’ pareggia Martinez, che indirizza in rete di testa un bel pallone rimesso in area dal nuovo entrato Torqusssio.

27’ altra buona opportunità per portarsi in vantaggio con Vescio, che entra in area ma il suo tiro si perde di poco altro l’incrocio dei pali.

33’ arriva il gol vittoria. Punizione dalla lunga distanza battuta dallo specialista Martinez che con un potente siluro supera la barriere ed il pallone va ad incocciare l’angolino alla sinistra di Aversa.

46′ minuti finali piuttosto concitati ed a farne le spese è Curcio, che aveva rilevato Decio, espulso dal direttore di gara per proteste.