Quantcast

Sconfitta ai rigori e Coppa Italia finita ai preliminari per il Lamezia Terme fotogallery

I gialloblu a non concretizzare nei 90 minuti più recupero le occasioni avute e recriminare contro le due traverse colpite.

Più informazioni su

LAMEZIA TERME: D’Andrea; Miliziano (43’st Bernardi), Nocerino, Camilleri, Tipaldi; Bezzon (15’st Vitolo), Salandria (30’st Umbaca), Maimone; Russo, Haberkon (15’st Provazza), Da Dalt (43’st Verso).

A disp: Gentile, Rechichi, Amendola, Ferrara.

All. Erra.

RENDE: Mittica; Mirabelli, Mazzotta, De Miranda (30’st Gullo); Piscopo, Urruty, Riconosciuto (44’st Ciardullo), Novello; Moses, Boito (17’st Palma), Mosciaro.

A disp: Colomba, Domanico, Osso, Corbo, Signorelli, Squillaci.

All. Cavaliere.

ARBITRO: Lascaro di Matera (assistenti Tragni di Matera e Chiarillo di Moliterno).

RETI: 7’pt Russo (rig), 27’st Palma

RIGORI: Umbaca (gol), Mosciaro (gol), Bernardi (gol), Gullo (gol), Camilleri (parato), Mazzotta (gol), Vitolo (gol), Palma (gol), Russo (gol), Piscopo (gol)

NOTE: spettatori 1500 circa, incasso devoluto in beneficienza alla Caritas. Ammoniti: Mittica, Bezzon, Nocerino, Salandria, Mazzotta, Vitolo. Angoli: 3-4. Rec: 4’st

Prima uscita ufficiale che termina con una sconfitta ai rigori per il Lamezia Terme, con i gialloblu a non concretizzare nei 90 minuti più recupero le occasioni avute e recriminare contro le due traverse colpite.

Mercoledì 22 settembre sarà il Rende ad affrontare il Cittanova (vittorioso ai rigori in casa del Città di Sant’Agata) nel primo turno dopo i preliminari di Coppa Italia in serie D.

Al fischio di inizio Rende con 12 elementi under sui 20 in distinta, con nato dopo il 2000 tutto il fronte offensivo titolare, in campo con il 3-4-3 e una divisa gialla e grigia. Lamezia Terme schierato con il 4-3-3 titolare già provato in alcuni test del precampionato, indossando un completo bianco con stemma societario ocra, nomi e numeri in blu.

PRIMO TEMPO

6′ rigore per i padroni di casa: uscita a valanga di Mittica su Haberkon ritenuta fallosa dal direttore di gara, giallo per il portiere del Rende. Dagli 11 metri Russo segna il primo gol ufficiale per i gialloblu spiazzando il numero 1 avversario

13′ Haberkon sfugge sul filo del fuorigioco sulla sinistra, entrato in area il suo diagonale si spegne di poco a lato

15′ Mirabelli in sortita offensiva prova l’esterno, palla che sorvola la traversa

17′ progressione di Moses che, sfruttando il precario equilibrio di due avversari, arriva al tiro ma conclude di poco a lato

25′ Russo in dribbling sulla sinistra si libera del proprio avversario, tiro ad incrociare che però viene respinto dalla traversa

32′ sugli sviluppi di un calcio d’angolo Mirabelli di testa conclude sopra la traversa con una traiettoria arcuata

SECONDO TEMPO

5′ Haberkon perde il tempo della conclusione ma caparbio da fondo campo rimette al centro, Russo arriva in corsa e prova a piazzare il pallone sotto l’incrocio, Mittica a mano aperta di istinto devia sulla traversa

15′ primi cambi sui due fronti, immutati gli atteggiamenti tattici

20′ ritmi lenti ed azione manovrata, Vitolo conclude da fuori area ma Mittica si stende bene nel parare

26′ al primo vero tiro in porta il Rende pareggia con Palma che corre per diversi metri senza opposizione e trova dai 35 metri il gol sotto il sette dove nulla può D’Andrea

30′ ospiti che passano al 4-3-3, padroni di casa al 4-2-3-1

42′ Miliziano prova il lob da fuori area, sfera di poco a lato. Subito dopo Erra manda in campo Bernardi e Verso per aumentare la spinta offensiva al posto proprio del terzino e di Da Dalt

47′ tiro estemporaneo di Maimone dopo una buona azione imbastita tra Umbaca e Provazza su cui Russo non si è fatto trovare pronto

48′ cross di Bernardi per la girata di testa di Umbaca, Mittica para a terra alla sua sinistra. Ultima emozione prima dei rigori sotto il settore ospiti. Dagli 11 metri a segno tutti i giocatori tranne Camilleri, la realizzazione di Piscopo segna il passaggio del turno degli ospiti

Più informazioni su