Quantcast

Salvatore Campilongo in prima linea per la panchina del Lamezia Terme dopo l’esonero di Alessandro Erra

Fase da traghettatore di Tony Lio da secondo a primo allenatore in attesa dell'ufficialità del nuovo titolare.

Più informazioni su

Attesa domenica dall’insidiosa trasferta di San Luca, il Lamezia Terme si è trovato a dover metabolizzare la sconfitta interna casalinga contro la Gelbison, il conseguente esonero di mister Erra, e la fase da traghettatore di Tony Lio da secondo a primo allenatore in attesa dell’ufficialità del nuovo titolare.

Il nome più accreditato è quello di Salvatore Campilongo, che conosce già categoria e girone avendo allenato negli ultimi anni Cavese e Savoia, ed in precedenza Taranto, Casertana, Rimini ed Ischia tra Lega Pro e serie D.

Per il presidente Saladini sarebbe così il quarto tecnico scelto, dopo le esperienze alla Vigor Lamezia con Morgia e Vargas, e quelle con Lamezia Terme con Erra ed ora il nuovo tecnico, nel giro di meno di 2 stagioni (e la scorsa ha visto la pandemia ad aver ridimensionato il numero di giornate effettivamente giocate).

Dell’attuale fase in caso gialloblu a Stadioradio ha parlato Tony Lio, ammettendo che «non è bello commentare un esonero. Mi dispiace per il tecnico Erra, parliamo di un allenatore preparato e di qualità. Ora dobbiamo lavorare e prepararci per fare bene domenica contro il San Luca. Dobbiamo accettare quello che è accaduto e andare avanti».

L’ex trequartista nell’esaminare la situazione lametina specifica come il cartello “lavori in corso” non sia ancora stato levato fuori da uno spogliatoio che ha iniziato a formarsi nella seconda metà di agosto: «si sono fatti almeno tre step in questo inizio di stagione. In ritiro siamo partiti con dei giocatori, poi ne sono arrivati altri. E ora se ne stanno aggiungendo altri. Non è facile trovare equilibri e amalgama in un quadro del genere. Così diventa difficile per chiunque. Alcuni tasselli sono arrivati dopo un periodo di inattività e andavano inseriti poco per volta. Il punto è che stiamo parlando di una società neonata che ha avuto poco tempo per organizzare».

Società che però al momento non dimostrerebbe pazienza e oculatezza, al netto degli evidenti sforzi portati avanti in questi primi mesi di attività.

Tra gli ex Nicola Russo ha firmato a Fano, e verosimilmente la prossima dovrebbe essere l’ultima settimana di mercato prima del mese di stop e la riapertura dei trasferimenti nel mese di dicembre. Un nuovo tecnico in panchina potrebbe voler dire rivedere anche determinati equilibri e gerarchie.

Più informazioni su