Quantcast

Raffale Lamezia vincente per 3-0 contro l‘A Ricchigia Gupe Volley Catania

Per i gialloblu top scorer Palmieri con 20 punti

Più informazioni su

𝙍𝙖𝙛𝙛𝙖𝙚𝙡𝙚 𝙇𝙖𝙢𝙚𝙯𝙞𝙖 – ‘𝘼𝙍𝙞𝙘𝙘𝙝𝙞𝙜𝙞𝙖 𝙂𝙪𝙥𝙚 𝙑𝙤𝙡𝙡𝙚𝙮 3-0 (25-19/ 25-18/ 25-18)

‘A Ricchigia Gupe Volley: Scuderi C (K) 6, Corallo 5, Scuderi R. 2, De Luca 2, De Costa (L), Calabrese 10, Nicosia 7, Romano 2, Giuliano NE, Musumeci 1, Buscemi 4, Magrì (L2) NE, Fisichella NE, Fassari.

All: Fabrizio Petrone

Raffaele Lamezia: Citriniti 4, Ricco 1, Iorno 2, Palmeri 20, Graziano, Chirumbolo 3, Porfida 3, Davoli, Lorusso NE, Paradiso 9, Viterbo 3, Mancuso NE, Sacco NE, Miceli.

All: Torchia

Il Pala Sparti di Lamezia Terme, teatro della terza giornata del campionato di Serie B, contrapponeva due compagini dagli obiettivi stagionali diversi. ‘A Ricchigia Gupe Volley Catania e Raffaele Lamezia hanno comunque giocato al massimo delle loro potenzialità e a prevalere è stata la formazione calabrese, che senza proclami ma in toni molto chiari, ha lasciato intendere che desidera assolutamente aggiudicarsi il campionato di Serie B.

Lamezia si impone in tre set ai rossoblù di coach Fabrizio Petrone, il quale riconoscendo il grande valore dell’avversario, alla vigilia era consapevole delle difficoltà del match ma ancor di più dell’importanza tecnica e collettiva che l’incontro potesse avere. Sotto questo punto di vista, Gupe torna a casa con onore ed una discreta dose di considerazione.

I gialloblu partono subito con una novità nel sestetto iniziale: Viterbo al posto di Graziano. Una Raffaele che parte a razzo, ispirata da un super Michael Palmeri. Reagisce la Gupe ma è sempre la squadra di casa a tenere le redini del gioco. Spazio anche a Miceli, esordio in B per un altro prodotto del vivaio lametino.

Sul 24-19 la prima brutta tegola per la Raffaele con l’infortunio di Citriniti, il centrale si fa male durante un’azione di gioco ed è costretto ad uscire. Riprende il gioco e 25esimo punto per i lametini.

Il secondo e il terzo set vengono giocati sulla falsariga del primo, è la Raffaele a gestire la partita, mister Petrone prova a mischiare le carte togliendo l’opposto De Luca e spostando al suo posto Calabrese, ma il risultato non cambia.

Sul finale si infortuna anche Chirumbolo, entra al suo posto Graziano. I lametini alternano fasi di spettacolo e di distrazioni, ma portano a casa il match senza eccessivi patemi.

Prossimo impegno per la Raffaele Lamezia in trasferta a Partanna.

A fine gara mister Torchia dichiara: «Una gara che è nata complicata perché eravamo un po’ incerottati e poi durante la gara ci sono stati altri due episodi sfortunati con Citriniti e Chirumbolo che ci hanno costretto a rivedere ulteriormente la squadra. Da premettere che Graziano e Iorno questa settimana praticamente non si sono allenati, e siamo stati costretti a chiamarli alle armi, però c’è stata l’occasione per qualche giovane di giocare, di esordire, di fare bene, come Viterbo, e per altri come Davoli, che ha dato come al solito suo contributo, rientrava pure Sacco, purtroppo usciamo un pochino con le ossa rotte dal punto di vista fisico ma con tre punti. Ora dobbiamo lavorare il recupero dei giocatori».

Più informazioni su