Quantcast

L’Arvalia Nuoto Lamezia apre il progetto in collaborazione con l’Ic “Nicotera-Costabile”

I bambini diversamente abili parteciperanno alle attività, esattamente come i loro compagni, ma servendosi dell’ausilio di istruttori specializzati

Più informazioni su

Si è svolto sabato l’open day realizzato dalla Arvalia Nuoto Lamezia, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo “Nicotera-Costabile” di Lamezia Terme.

La società che gestisce l’impianto di via De Sensi, grazie al prezioso servizio offerto dal responsabile di vasca Armando Labonia e al supporto dell’insegnante Alessandra Serrao, referente del progetto, ha sottoscritto nelle scorse settimane apposita convenzione con l’istituto guidato dalla dirigente scolastica Mariangela Bilotti, che ha saputo cogliere con grande entusiasmo la valenza educativa e formativa di quest’idea, proponendola ai suoi ragazzi.

«“Tuffiamoci nel benessere” è un progetto pilota integrativo al 100% – ha spiegato la referente Serrao – in quanto abbraccia tutte le fasce scolastiche: dalla scuola dell’infanzia, alla primaria, alla secondaria di primo grado. Una particolare attenzione è stata riservata ai bambini diversamente abili, che parteciperanno alle attività, esattamente come i loro compagni, ma servendosi dell’ausilio di istruttori specializzati. Per i bambini del tempo pieno le lezioni si svolgeranno il sabato mattina; gli alunni del tempo modulare e i ragazzi della scuola secondaria di primo grado potranno, invece, scegliere a loro piacimento un pomeriggio a settimana».

L’Arvalia Nuoto Lamezia, attraverso questo progetto, ha deciso di aprirsi ancor di più al territorio, favorendo la partecipazione di questi bambini e ragazzi alle attività natatorie attraverso dei pacchetti che renderanno le stesse ancora più accessibili a tutti, consapevole di quanto l’attività sportiva rivesta un ruolo fondamentale per la salute, la socializzazione, l’educazione e la formazione degli uomini e delle donne di domani.

«Ringrazio personalmente l’Arvalia Nuoto Lamezia, la dirigente scolastica e soprattutto le famiglie e i bambini che hanno deciso di non farsi sfuggire quest’occasione», ha concluso la referente.

Più informazioni su