Quantcast

Una doppietta di Umbaca regola il Paternò nella trasferta siciliana per il Lamezia Terme

Gialloblu che trovano i 3 punti con l'attaccante subentrato nella ripresa, davanti la Gelbison rimane a +4

Più informazioni su

    PATERNO‘ (4-4-2): Latella; Bisconti (39’st Rizzo), Scoppetta, Bontempo, Puglisi (24’st Dama); Palermo (24’st Mangiameli), Basualdo (39’st Fazio), Cangemi, D’Anca (34’st Fofana); Foderaro, Camara.

    Generico novembre 2021foto pagina facebook Paternò

    A disp: Busà, Guarnera, Zappalà, Pappalardo.

    All: Torrisi.

    LAMEZIA TERME (4-3-3): Lai; Miliziano, Miceli, Camilleri, Tipaldi; Bernardi (35’st Sandomenico), Corapi, Maimone (44’st Salandria); Verso (10’st Bezzon), Haberkon (23’st Maritato), Da Dalt (10’st Umbaca).

    A disp: Gentile, Rechichi, Tringali, Provazza.

    All: Lio

    ARBITRO: Gandino di Alessandria (assistenti Savino di Prato e Babo di Caserta)

    MARCATORI: 15 e 50’st Umbaca

    NOTE: Espulso al 30’st Cangemi per somma ammonizioni

    Ammoniti: Tipaldi, Bernardi, Camilleri, Dama, Bisconti, Mangiameli

    Una doppietta di Umbaca regola il Paternò nella trasferta siciliana per il Lamezia Terme. Gialloblu che hanno attraversato lo Stretto senza gli infortunati Sirignano e Bollino, con Salandria non al meglio a partire dalla panchina, e dopo un primo tempo senza reti trovano nel fantasista lametino l’arma in più da cui attingere per rompere l’equilibrio del punteggio e portare a casa i 3 punti.

    Nel primo tempo Lamezia Terme vicino al vantaggio al 9′ quando, su punizione dalla trequarti, la parabola di Corapi beffa Latella ma l’arbitro annulla per fuorigioco. All’intervallo si va sullo 0-0, con maggiore possesso palla da parte degli ospiti e padroni di casa che provano a trovare le controffensive necessarie.

    Nella ripresa, dopo un salvataggio di Lai su Foderaro, i primi cambi di mister Lio danno subito frutto: a 5 minuti dall’ingresso in campo, dopo triangolazione fra Umbaca e Miliziano, l’attaccante lametino fa partire l’azione e s’inserisce in area di rigore a ricevere il cross del terzino gialloblu insaccando di testa.

    Alla mezz’ora padroni di casa che rimangono in 10 per il secondo cartellino giallo rimediato da Cangemi, e sui titoli di coda ancora Umbaca trova la doppietta personale e chiude definitivamente la gara concretizzando l’assist di Maritato servito da Sandomenico.

    Nella gara iniziata alle 15 la Gelbison vince in rimonta sul campo del Città Sant’Agata con un doppietta di Gagliardi dopo l’iniziale vantaggio di Calafiore, mantenendo i 4 punti di vantaggio sulla più diretta inseguitrice lametina.

    Domenica in programma Gelbison – Cavese e Lamezia Terme – Aversa, quindi 2 scontri diretti tra 4 delle prime 5 in classifica (l’Acireale se la vedrà con il Licata, con mercoledì in calendario il recupero contro il Trapani).

    Più informazioni su