Quantcast

Sesta vittoria in campionato per il Basketball Lamezia, vetta distante una vittoria in C Gold

La scossa decisiva arriva con la schiacciata di Terreni su Markovic dopo aver conquistato il fondo del campo.

Più informazioni su

BASKETBALL LAMEZIA – ANGRI PALLACANESTRO 86-83

(15-27, 43-38, 67-56)

BASKETBALL LAMEZIA: Romeo , Spasojevic 2, Monier 22, Tartamella 4, Terreni 26, Conti, Ferretti 8, Sakellariou 24, Giampà F , Idone , Miscimarra, Giampà G . Coach: Barilla.

ANGRI PALLACANESTRO: Iannicelli 16, De Martino 29, Markovic 18, Izzo 9, Di Domenico , Terzi 8, Cirillo P 3, D’Apice , Carolei , Cascone , Ruggiero , Chiavazzo. Coach: Costagliola Di Fiore.

Sesta vittoria in campionato per il Basketball Lamezia, che alla fine fa esplodere il Palasparti di gioia dopo un finale al cardiopalma.

Negli ospiti insieme al presidente anche l’assessore allo sport, che torneranno in Campania di certo non delusi dalla gara: De Martino e compagni partono bene nel primo quarto, salvo poi però subire la rimonta gialloblu che come un’onda parte dal tiro da 3 fuori equilibrio messo a segno da Sakellariou e non si arresta per gran parte dei tre quarti successivi; nel finale Angri però viene tenuta in partita dai propri migliori elementi, e così la scossa decisiva arriva con la schiacciata di Terreni su Markovic dopo aver conquistato il fondo del campo.

Avvio con le polveri bagnate rispetto al solito per le fenici, con attenzione focalizzata in difesa sul centro avversario, e coach Barilla chiama time out. Partita che prosegue a strappi, Angri trova maggiore fortuna dalla linea dei tre punti e chiude il primo quarto in vantaggio 15-27 con De Martino sugli scudi.

In 2 minuti le fenici gialloblu riprendono la gara, con Sakellariou, Monier e Terreni a guidare il sorpasso (36-35) ed una difesa tutto campo a mandare in confusione i campani. Al riposo lungo si va sul 43-38 per i padroni di casa, con parziale del singolo periodo 28-11.

Terzo quarto che continua sull’onda dell’entusiasmo per Monier e compagni, con intensità oltre i limiti nella difesa ospite sanzionata dagli arbitri. Angri però non si dà ancora per vinta, con Iannicelli a riportare lo svantaggio sul 64-50 a 100 secondi dall’ultimo intervallo, e all’ultimo riposo il tabellone cita 67-56.

Angri non è doma (67-61), Lamezia inizia a peccare di lucidità nelle scelte e a metà ultimo periodo è già in bonus di falli (71-68). Il finale così diventa più complesso rispetto a quanto previsto e punto a punto, ma con entrambe le squadre con falli esauriti.

Ultimi 60 secondi con Lamezia avanti di un possesso (80-77) ed i gialloblu a chiamare il supporto del pubblico: dai liberi De Martino è più freddo di Sakellariou (81-79); Terreni schiaccia di potenza (83-79), Monier non sbaglia i liberi (85-79); Izzo realizza dalla linea della carità fa uno su due (85-80) con 11 secondi sul cronometro da giocare; Monier in lunetta realizza un solo libero, De Martino da 3 chiude la propria gara ma si vede sconfitto per 86-83.

Per la giovane truppa di coach Barilla ora la vetta della classifica dista una sola vittoria, vista la sconfitta di Caserta nell’anticipo di ieri.

Più informazioni su